I Consiglieri Lamorgese e Paciotti vogliono l’uscente Presutti nella nuova giunta



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa
Avezzano – Si è tenuto l’incontro con il sindaco De Angelis  e la federazione civica composta dai consiglieri di maggioranza Alberto Lamorgese di Partecipazione Poplare e Francesco Paciotti di Innovazione per Avezzano.
I consiglieri ribadiscono in una nota “ la ferma volontà a mantenere in giunta l’assessore all’ambiente Crescenzo Presutti il quale è risultato essere l’assessore più operativo di tutta la giunta raccogliendo con grande favore gli apprezzamenti da tutti i cittadini di Avezzano e oltre Avezzano, tanto che il lavoro svolto dall’assessore Presutti è stato preso come un modello di riferimento da altri comuni della marsica.  
Prendiamo atto che le rivendicazioni promosse dai consiglieri del nuovo gruppo di Responsabilità Civica di Responsabile non hanno nulla tanto da sottoporre al Sindaco un vero e proprio Ricatto politico senza precedenti. In un momento così delicato  ciò che aiuterebbe veramente è l’assunzione di Responsabilità da parte di tutti.  Al sindaco abbiamo proposto di attuare il manuale Cencelli rimettendo tutte le deleghe sul tavolo in modo tale da poter ridiscutere anche delle posizioni che oggi sono in dotazione dei quattro consiglieri, ovvero: 
1) Prezidenza del Consiglio di sorveglianza del CAM; 
2) Presidenza del Patto Territoriale;
3) Presidenza del premio Città di Avezzano;
4) Componente del collegio dei Revisori dell’ACIAM;
5) Componente dell’Organismo di Vigilanza del CAM;
6) Componente delegato alle Case Popolari.   
I consiglieri Lamorgese e Paciotti comprendono il grande imbarazzo del sindaco che di fronte a simili ricatti è disgustato e per questo è giusto che anche i cittadini sappiano come stanno realmente le  cose. Errare è umano…perseverare è diabolico.
Nella piena consapevolezza delle responsabilità delegateci dai cittadini attraverso il proprio consenso, ribadiamo che l’assessore Presutti non si tocca. Consapevoli, altresì, che questa nostra presa di posizione trova la piena approvazione dei cittadini“.



Lascia un commento