Home Attualità Gruppo Consiliare Luco Nuova: “Impianti Sportivi di Luco dei Marsi in degrado”

Gruppo Consiliare Luco Nuova: “Impianti Sportivi di Luco dei Marsi in degrado”

A+A-
Reset

Luco dei Marsi – “Grave situazione degli impianti sportivi di Luco dei Marsi sotto l’amministrazione De Rosa. La situazione degli impianti sportivi del nostro paese continua a versare in condizioni di degrado,  nonostante le promesse e gli annunci ripetitivi dell’amministrazione comunale guidata dalla  Sindaca De Rosa”. Lo dichiarano in una nota stampa Francesco Ceci, Dante Marraccini e Giuseppina di Giamberardino de il Gruppo Consiliare Luco Nuova.

Campo da tennis: la farsa della “manutenzione straordinaria” . La Sindaca, come già fatto l’anno passato, ripropone il “rinnovato e messo a norma” campo da  tennis. Tuttavia, non è stato effettuato alcun lavoro concreto: solo un semplice sfalcio di erba.  Ricordiamo che il campo fu “dichiarato inagibile/ non a norma” secondo le perizie autoreferenziali  dell’assessor Petricca, mai confermate da alcuna documentazione. Dopo alcuni anni, con un altro  sfalcio di erba, il campo è stato magicamente reso a norma e dato in gestione a un’ASD del  territorio, la quale, poco dopo, ha restituito il campo. Ora, con il nuovo magico sfalcio del 2024, il  campo è di nuovo aperto e il taglio dell’erba viene pubblicizzato dalla propaganda  dell’amministrazione come una “MANUTENZIONE STRAORDINARIA”. 

Campo Piazza Gramsci: prosegue (male) la discutibile gestione. La vecchia gestione del campo di calcetto in Piazza Gramsci, che offriva un servizio ritenuto dai più eccellente, è stata terminata in tempi e termini discutibili a fine anno passato con conseguenti  disagi per la popolazione. Ora, l’amministrazione annuncia lavori di risistemazione, vantandosi di  aver (finalmente n.d.r.) intercettato un bando per le attività sportive dopo averne trascurati diversi negli ultimi anni. Tuttavia, i lavori sono previsti proprio nel periodo estivo, quando il campo viene  maggiormente utilizzato, una mossa che sembra mirata a incentivare il disuso della struttura. Vogliamo inoltre caldamente sperare che i lavori annunciati prevedano una copertura del campo,  che renda possibile l’utilizzo del campo anche nei mesi invernali, rendendolo fruibile tutto l’anno.  Il mero rifacimento del manto in erba sintetica, oltre al vantaggio immediato se lasciato ancora esposto alle intemperie dei mesi invernali, si deperirebbe in pochi anni divenendo poco funzionale  nel tempo. 

Diverse sono le soluzioni percorribili per delle coperture rimovibili, che possano essere di sprono  per l’utilizzo dell’impianto anche nei mesi invernali, permettendo ad eventuali gestori di considerarlo un investimento valido se protratto nel tempo, così da poter offrire un servizio alla  collettività che il paese merita. 
Servizio che a tutt’oggi lascia fortemente a desiderare. Per poter giocare, è necessario prenotare  in comune, ritirare un foglio e fare il pagamento tramite PagoPA; un processo burocratico e  scioccamente macchinoso che ha portato diversi bambini di Luco organizzatisi per una partita “alla  buona” una volta incontratisi, a chiedere ai passanti di effettuare il bonifico per loro o a recarsi in  tabaccheria per il pagamento. Inoltre per assurdo, il campetto non dispone di scelta di palloni.  Attenzione, non che non sia possibile sceglierne uno a rimbalzo controllato piuttosto che uno di  taglia 5, ma nel campo di calcetto gestito dall’amministrazione comunale luchese, NON CI SONO  PALLONI.  

Non solo è difficile prenotare, fastidioso pagare…ma se vuoi giocare, il pallone lo porti da casa. Il risultato? Giovani e meno giovani preferiscono migrare fuori dal paese per giocare a calcetto. E  se i bambini volessero giocare in piazza? Presto fatto, l’amministrazione ha affisso cartelli che lo  vietano, impedendo loro di giocare anche in Piazza Michetti, chiusa con transenne. 

Se l’amministrazione avesse voluto, avrebbe potuto prorogare il bando al concessionario  precedente, visto che i tempi erano scaduti già da diversi mesi quando è stato fatto sgomberare,  in attesa dell’inizio dei lavori. In alternativa da dicembre 2023 ad ora inoltre, c’era tutto il tempo  di effettuare un nuovo bando di gara per affidarne la gestione, così da consegnare al paese una  gestione onorevole, accurata e controllata del campo di calcetto. 

Perpetrare con le insensate e macchinose modalità di gestione attuali è totalmente inutile,  cervellotico e distante sia dai bisogni dell’utente che dalle esigenze della collettività. 

Stadio Comunale e Ara Cannella: impraticabilità e costi aggiuntivi. 

La Sindaca continua a vantarsi di un impianto rinnovato, ma dimentica di menzionare che Luco dei  Marsi è uno degli ultimi comuni della Marsica a non avere un campo sintetico. Durante l’inverno,  lo stadio diventa difficilmente praticabile e le pessime condizioni del terreno influiscono spesso  sulle partite. 

A quanto si dice, la squadra locale ASD Angizia Luco pare sia costretta a pagare 1000 euro al mese  al Capistrello Calcio per poter usufruire di uno stadio praticabile per gli allenamenti, poiché  l’impianto sportivo di Ara Cannella (in pozzolana) è inutilizzabile l’intero l’anno. Anche l’Academy  Angizia Luco, che utilizza l’impianto dell’Ara Cannella per gli allenamenti, non lo ha mai usato per le gare ufficiali. Anche il settore giovanile, la scuola calcio di Luco, che conta numerosi bambini,  pare debba investire parte delle proprie risorse economiche nell’affitto di un noto campo privato  del paese, poiché le strutture sportive comunali sono inutilizzabili. 

Alla luce di tutto ciò, ci chiediamo: se i nostri impianti sportivi sono così “funzionali ed efficienti”,  perché ci si dovrebbe rivolgere a servizi esterni al nostro paese o a privati? La risposta è chiara: la  gestione degli impianti sportivi da parte dell’amministrazione de Rosa è fallimentare e continua a  penalizzare i nostri giovani e gli sportivi locali.  

È tempo di smetterla con la propaganda social, quella fatta di fotografie vecchie postate solo per  sentirsi glorificati; è tempo che l’amministrazione si renda conto dei veri bisogni della collettività  e lavori per soddisfarli senza trincerarsi dietro le proprie scelte (catastrofiche, vedasi il campo di  piazza gramsci n.d.r.), e che si adoperi per un cambiamento radicale che garantisca a Luco dei  Marsi strutture sportive adeguate e accessibili a tutti” concludono. 

Comunicato stampa

necrologi marsica

Concetta De Simone

Casa Funeraria Rossi

Casa Funeraria Rossi

Ultim'ora

necrologi marsicavedi

Casa Funeraria Rossi

Casa Funeraria Rossi

Casa Funeraria Rossi

Casa Funeraria Longo - servizi funebri