Grande partecipazione alla visita dei cantieri di scavo ad Alba Fucens. Diverse le scoperte



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Alba Fucens – Nel pomeriggio di ieri, 13 agosto, sono stati “aperti” i cantieri di scavo della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo ad Alba Fucens.

Grande la partecipazione degli appassionati di archeologia (e non solo) per ascoltare l’interessante resoconto sui lavori e sulle novità scoperte durante i lavori.

Dagli scavi in corso ad Alba Fucens emergono i momenti di vita di epoca tarda, successivi all’abbandono della città romana, i precedenti crolli degli edifici e le nuove sistemazioni. Si procede dall’alto verso il basso; si allarga l’area delle tabernae i negozi, da una parte, mentre dall’altra si apre il percorso verso il Foro. Gli scavi sono a cura della nostra Soprintendenza (direzione E. Ceccaroni) e sono condotti dagli archeologi H. Borghesi, F. Terracciano e D. Villa” questo il commento della pagina Facebook “Fucino 2020. Archeologia a chilometro zero“.