Grande lavoro dei Volontari della Protezione Civile, Novpc di Tagliacozzo “Andiamo avanti restandovi vicini, ma non abbassiamo la guardia”

Tagliacozzo  – Non hanno mai lesinato il loro aiuto a cittadini, istituzioni e forze dell’ordine, men che meno in questo periodo. Sempre in prima linea per aiutare chi ha più bisogno, i volontari della protezione civile hanno svolto, in questi ultimi mesi, un lavoro stringente e fondamentale al fine di limitare il rischio di trasmissione del contagio. Ma come si svolge l’attività giornaliera di un gruppo di protezione civile in questo periodo di emergenza coronavirus?

La nostra giornata – raccontano i volontari del Novpc di Tagliacozzo – inizia la mattina alle ore 6 con il primo controllo alle tende del presidio ospedaliero di Tagliacozzo. Si controlla la pressione degli archi tenda, il quadro elettrico, si effettua la pulizia esterna e si verifica che non ci siano anomalie generiche. Questi passaggi, nell’ordinario, vengono ripetuti alle 12, 15, 19, e 24, e viene sempre contattata la sala operativa regionale.

Su richiesta della Regione Abruzzo effettuiamo attività logistiche sull’intero territorio abruzzese e ci siamo resi disponibili a dare un supporto informatico per il bonus famiglia. Tramite i social network, teniamo i cittadini costantemente informati su: ordinanze, domande di contributi e buone pratiche da seguire, condivise dai siti istituzionali del governo regionale/nazionale. Tutti i giorni effettuiamo il servizio di assistenza alla popolazione, trasportando farmaci, ricette e distribuendo mascherine. Ci rechiamo nei negozi a fare la spesa per quelle persone anziane che preferiscono non uscire per paura di questo virus.

Abbiamo ricevuto delle donazioni e vi siamo veramente grati per questo ed è giusto che sappiate che, con quel denaro, oltre che con il denaro del fondo cassa associativo, abbiamo acquistato generi alimentari per famiglie e persone in grave difficoltà economica. Tutto questo lo abbiamo fatto sempre nel massimo della riservatezza come ci insegna l’esperienza nel campo emergenziale. Ad oggi, sono circa 270 le richieste a noi pervenute, registrate e processate con esito positivo dall’inizio dell’emergenza. Migliaia sono stati i Km percorsi, fino a casa vostra, per darvi una mano.

Andiamo avanti così, nel silenzio e sempre nel rispetto del codice etico che contraddistingue i volontari di questa associazione da oltre 25 anni. Saremo al vostro fianco fin quando questa grave emergenza non sarà terminata.
Non abbassiamo la guardia in questa delicata fase 2. Noi guardiamo al futuro con ottimismo e saremo pronti, quando tutto questo finirà, ad abbracciare ognuno di voi”.