Grande affluenza alla distribuzione alimentare per le famiglie marsicane in difficoltà organizzata da CasaPound



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – L’iniziativa di CasaPound Italia Avezzano di distribuzione alimentare a favore delle famiglie marsicane bisognose in occasione delle festività è andata a buon fine; sono stati infatti più di trenta le famiglie accorse per poter portare a casa cibo e altri beni di prima necessità.

“Abbiamo aiutato numerose famiglie marsicane durante le nostre distribuzioni alimentari in occasione delle festività, non possiamo certo dire di essere contenti che così tanti cittadini marsicani abbiano bisogno di aiuto ma dal nostro piccolo ci siamo impegnati affinchè ogni nostro concittadino abbia potuto passare piu’ serenamente le feste – dichiara Mario Angelucci, responsabile marsicano del movimento – siamo però rimasti molto colpiti dal fatto che la maggior parte dei marsicani accorsi nella nostra sede in via Marconi 58 per usufruire del servizio di distribuzione alimentare ci abbiano segnalato di essere stati contattati direttamente dall’ufficio per i servizi sociali del comune di Avezzano.

Ci sembra lecito a questo punto domandarci come sia possibile che le istituzioni che dovrebbero garantire il benessere dei propri cittadini, non solo non siano in grado di fornire il minimo indispensabile alle famiglie indigenti ma, anzi, dirottino in sordina e senza contribuire in alcun modo tutte queste persone verso l’iniziativa di un’associazione di privati che deve farsi carico, senza saperlo, anche delle mancanze comunali.”

“Noi ovviamente non ci tireremo mai indietro e saremo sempre ben felici di accogliere tutti coloro che avessero bisogno di un aiuto concreto ma – conclude Angelucci – chiediamo alle istituzioni marsicane e al nostro caro Sindaco, tra l’altro avvistato casualmente proprio nei dintorni della nostra sede mentre si svolgeva la distribuzione, di avvisare i cittadini pubblicamente e ufficialmente delle nostre iniziative e, per le prossime volte, di contribuire alla raccolta delle scorte visto che tutto il nostro lavoro è autofinanziato. Ancora una volta possiamo affermare con certezza che è rimasta solo CasaPound a prendersi cura degli Italiani e così sarà sempre”.




Lascia un commento