Gli studenti di Trasacco a lavoro nel progetto “Diversa-mente abiti”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Trasacco. La classe 1D dell’Istituto Comprensivo di Trasacco e alcuni ospiti del Centro Diurno Arcobaleno di Avezzano, hanno partecipano attivamente all’evento “Diversa-mente abiti”. Una nuova visione della disabilità, della pedagogia, dell’integrazione, una vera e propria rivoluzione culturale. Il progetto è partito da Napoli, il 13 luglio e percorrerà la penisola, guidato da artisti da sempre impegnati nella sensibilizzazione alla Lotta contro ogni forma di disagio sociale: parlando attraverso le loro Performance nelle scuole, nelle piazze e nei teatri. Alessandro Ferrara, Espedito Petacca, Rosaria Brancaccio e tante altre risorse umane, hanno organizzato l’evento al Maschio Angioino, patrocinato dal comune di Napoli e Unicef Campania (patrocinio morale). Ospiti del mondo dello spettacolo, campioni paraolimpici, giullari, scrittori, artisti visuali e circensi, volontari di diverse associazioni della Campania e dell’Abruzzo. Tra colore, forza, coraggio, canto, suono e danza. Durante la sfilata di moda “vestiti delle sole nudita”, ognuno degli “insoliti” modelli e modelle, ha dimostrato il grande valore della “diversità” e quanto è importante una rete solidale, senza pregiudizi, per valorizzare le abilità in ognuno di noi, abbattere le barriere architettoniche, psichiche, relazionali . «Ogni uomo, persona, individuo in situazioni di difficoltà, deve poter attingere a quei fattori di Resilienza che permettono di non soccombere di fronte alle avversità della vita, ma di vivere attraverso le difficoltà una straordinaria esperienza di crescita e di sviluppo. La spiritualità, la tenacia, l’umorismo, il fronteggiamento delle situazioni negative piuttosto che la fuga da esse, sono fattori costituenti. Il concerto di “resilienza”, cui tutti possono essere educati e formati», ha commentato il dottor Angelo Gallese, responsabile del Centro di Salute Mentale di Avezzano alla conferenza tenuta nel pomeriggio nella sala del Castello, apportando, insieme ad altri relatori impegnati nel settore, momenti di riflessione, affinché ognuno sia responsabile di un cambiamento. «Sì, una nuova visione anche educativa», ha detto la professoressa Pasqualina Oddi, insegnante dell’Istituto Comprensivo di Luco e Trasacco, «intervenire nel processo educativo dei bambini sin da piccoli. Conoscere l’altro, non come entità astratta e progetti perfetti solo burocraticamente Uscire dalle mura scolastiche oppure aprire le porte ad esperienze vere». Gli alunni della 1D, ora 2D, hanno avuto un anno intenso di relazioni,emozioni, nel centro commerciale Coop di Avezzano, con l’U.C.I. e gli utenti del Centro Diurno Arcobaleno di Avezzano. Sempre con loro partecipano alle Giornate della Solidarietà organizzate dal dottore. Gallese, dipingono con gli utenti del centro Alzheimer di Trasacco, organizzano la giornata di fine anno con il laboratorio tattili e studiano la preistoria al Museo delle Paludi, a Celano. La giornata del 13 è stata il momento di verifica: non solo una comprensiva commozione nei loro commenti, ma una grande ammirazione, voglia di trasformare in impegno questa lezione: unire le forze, la passione, l’amore, per aiutare qualsiasi fratello a realizzare un sogno!

13730488_10154267169766702_1585178036_o




Lascia un commento