Gli antiossidanti una rivoluzione nel campo della cosmetologia



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Dieci anni sono un periodo di vita considerevole per qualsiasi persona, e per una giovane donna vale tanto più oro quanto pesa. Purtroppo anche gli antichi dicevano che “il tempo è inesorabile”, e da allora le donne hanno combattuto con le tracce lasciate dal tempo. È impossibile invertire questo processo, ma i cosmetici moderni con ingredienti scientificamente provati sono in grado di rallentare l’invecchiamento.

Quasi tutti gli organismi viventi invecchiano e ciò è dovuto al fatto che le cellule smettono di dividersi nel tempo e, sfortunatamente, non si può fare nulla al riguardo. Oltre a questo processo naturale, ci sono anche altri fattori esterni che influenzano l’usura sia del corpo nel suo insieme che della pelle in particolare.

Gli scienziati hanno identificato due fattori principali che influenzano la pelle: sia la sua salute che, cosa altrettanto importante, il suo aspetto e la “giovinezza visiva”. Uno di questi nemici è il sole, più precisamente la radiazione ultravioletta. Già nel XIX secolo conoscevano i pericoli del sole: non per niente gli aristocratici si coprivano con ombrelli. Tuttavia, il desiderio intuitivo di proteggere la pelle dal sole è stato scientificamente confermato con l’efficacia dei prodotti con SPF. Un altro fattore di invecchiamento individuato circa mezzo secolo fa sono i cosiddetti radicali liberi.

I radicali liberi sono un normale effetto collaterale dei processi biologici come la respirazione, ma il loro numero può aumentare a causa del fumo, della scarsa ecologia o delle stesse radiazioni ultraviolette. Certo, si può smettere di fumare e ridurre al minimo il  tempo al sole compensando la carenza di vitamina D con integratori alimentari, ma la cattiva ecologia su scala globale e la già menzionata “forza inesorabile del tempo” è quasi impossibile da combattere. Ma solo quasi.

Gli antiossidanti una rivoluzione nel campo della cosmetologia
Gli antiossidanti una rivoluzione nel campo della cosmetologia

La buona notizia è che i radicali liberi possono essere combattuti con gli antiossidanti. Sono stati sviluppati cosmetici moderni con antiossidanti https://makeup.it/ per rallentare l’invecchiamento della pelle e combattere gli effetti dell’ambiente sfavorevole.

Agiscono come una sorta di scudo e neutralizzano i radicali liberi. Gli antiossidanti naturali nel corpo umano potrebbero non essere sufficienti, ma possono letteralmente essere spalmati sulla pelle se si trovano nei cosmetici.

Usando creme con antiossidanti – principalmente vitamine C ed E, nonché altre sostanze più stabili che stimolano la produzione naturale nel corpo, si può, se non fermare, almeno rallentare il tempo per quel decennio, così prezioso per una giovane donna.

Battaglia decisiva

I moderni laboratori delle principali aziende cosmetiche sono costantemente alla ricerca di fonti di antiossidanti naturali che aiutano a rallentare il processo di invecchiamento. La pelle umana contiene inizialmente sostanze che funzionano come antiossidanti. Una di queste sostanze è la proteina Nrf2, che sostiene i naturali processi anti-invecchiamento della pelle e la resistenza ai fattori ambientali. Alcune piante, come la moringa oleifera e le piante di cavolo, come i broccoli e olio di senape contengono un gruppo di sostanze chiamate isotiocianati. Sono noti per le proprietà antinfiammatorie. Secondo una ricerca alcuni isotiocianati possono stimolare la produzione della proteina Nrf2, che a sua volta può rallentare il processo di invecchiamento della pelle.

Gli antiossidanti una rivoluzione nel campo della cosmetologia
Gli antiossidanti una rivoluzione nel campo della cosmetologia

L’efficacia dei cosmetici dipende non solo dalla qualità, ma anche dalla disciplina di chi li utilizza. Devono essere applicati regolarmente e l’uso non dovrebbe essere iniziato quando il tempo ha lasciato il segno (sotto forma di rughe profonde e pigmentazione), ma prima del previsto. Entrando nella lotta contro i radicali liberi all’età di 25-30 anni, si può prevenire gli effetti e dopo 10 anni sembri ancora fresco e giovane, meglio di quanto ti aspetteresti con la vera età biologica. I cosmetologi dividono convenzionalmente tutti i prodotti per la cura della pelle che combattono contro le manifestazioni visive dell’età in tre gruppi: quelli che aiutano la pelle a sembrare più giovane esteriormente attraverso l’uso di acidi, idratazione e nutrizione; prodotti antiossidanti che possono ridurre i danni esterni alla pelle e ritardare l’invecchiamento e, infine, “artiglieria pesante” – formule attive che possono levigare le rughe e aumentare l’elasticità della pelle. La giovinezza e la compattezza della pelle fanno parte della “bella maturità” e di quella che viene comunemente chiamata “qualità della vita” che può essere migliorata con le attività collaudate in laboratorio. C’è sempre una scelta: se investire sulla propria bellezza ora, mentre i cambiamenti legati all’età non si sono ancora manifestati, o combatterli in seguito, in modi più radicali.