Gli alunni dell’Istituto Tecnico “Argoli” contro il femminicidio



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tagliacozzo – In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, gli alunni dell’ITET di Tagliacozzo, diretto dalla Prof.ssa Patrizia Marziale, hanno voluto esprimere il loro dissenso verso ogni forma di abuso e sopraffazione di genere: il Teatro Talia ha accolto un bellissimo spettacolo dedicato all’attuale questione del “femminicidio” con danze, letture di testi letterari italiani e stranieri, interpretazioni personali di testimonianze reali di donne vittime di abusi.

<< Abbiamo voluto provare ad unire le nostre voci al coro che si è recentemente sollevato in Italia e nel mondo per dire “basta” a qualsiasi forma di violenza e maltrattamento sulle donne. La nostra speranza è che delitti come quelli recentemente apparsi sulle pagine dei quotidiani non si ripetano più>>. Queste le parole di un’alunna che, simbolicamente vestita di nero, un cuore rosso appuntato sul petto, ha dato il suo contributo alla buona riuscita della manifestazione.

L’evento – preceduto da un corteo ordinato e silenzioso che ha attraversato le vie del centro – è stato interamente progettato e realizzato dai ragazzi dell’Istituto Tecnico, che hanno lavorato in un clima di serena e costruttiva collaborazione, contribuendo così alla piena riuscita dell’evento.

La violenza contro le donne resta una delle forme più gravi di violazione dei diritti umani: tentare di risolvere il problema, provando a correggere l’ “errore culturale” di una presunta superiorità del genere maschile su quello femminile, è un obbligo e una necessità per tutti. In quest’ottica, ripartire dai giovani e dalla Scuola può essere utile e quanto mai prioritario.

Foto di Manuel Conti




Lascia un commento