Gira in bici toccando il sedere alle donne: giudizio immediato per il palpeggiatore seriale



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Il giudice per le indagini preliminari, Daria Lombardi, su richiesta del pm, Maurizio Maria Cerrato, ha disposto il giudizio immediato per O.M., 23 anni, accusato di violenza sessuale. L’udienza, davanti al tribunale di Avezzano, in composizione collegiale, è fissata per il prossimo 9 settembre.

Il giovane – difeso dall’avvocato Mario Del Pretaro ed attualmente sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora e dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria – avrebbe palpato le natiche di tre donne, tra il dicembre 2020 e il marzo 2021, mentre queste passeggiavano o facevano jogging.

Le indagini, condotte dal commissariato di polizia di Avezzano e dalla polizia locale, sono partite, lo scorso dicembre, dalla denuncia presentata da una 37enne. La donna aveva riferito di trovarsi a fare jogging nella Pineta quando era stata raggiunta alle spalle da un uomo in bicicletta che, in maniera repentina ed imprevedibile, le aveva palpato violentemente i glutei.

Poi, lo scorso 4 febbraio, una 56enne aveva raccontato alle forze dell’ordine di essere stata colpita con una violenta pacca sul sedere mentre percorreva via Marconi. L’ultimo episodio era stato denunciato il 1 marzo da una 21enne: mentre correva lungo la strada che conduce al santuario della madonna di Pietraquaria, un giovane in bicicletta le aveva palpato i glutei con forza ed insistenza per poi allontanarsi.