Gioia, un successo il convegno sulla riforma



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Gioia Dei Marsi. E’ stato un successo il convegno organizzato dall’Ordine degli Avvocati  di Avezzano e dal Comune di Gioia dei Marsi sul sistema Giustizia.

Il 3 novembre , nel Centro Culturale “Moretti” di Gioia si è tenuto un affollato  convegno intitolato “La riforma della Giustizia e la riforma Costituzionale”.
I lavori sono stati introdotti e conclusi da Gianclemente Berardini, sindaco di Gioia e avvocato del foro di Avezzano. In rappresentanza della civica amministrazione erano presenti Emiliana Longo , vicesindaco e avvocato, l’assessore Cesidio Bassi e il consigliere Antonio De Ioris.
I relatori, Avvocato Franco Colucci, presidente dell’ordine degli avvocati di Avezzano,  Eugenio Forgillo, presidente del Tribunale di Avezzano, Andrea Padalino Morichini, procuratore capo della repubblica di Avezzano, hanno trattato con puntualità vari aspetti dell’attuale sistema giustizia mettendone in evidenza luci e ombre con precisi riferimenti alla dottrina e all’organizzazione concreta della macchina della giustizia italiana. E’ intervenuto Michele Fina, collaboratore del ministro della giustizia, Andrea Orlando, illustrando i passi compiuti dall’attuale governo verso la meta di una giustizia veramente giusta e dicendosi sicuro che la conferma della riforma costituzionale tramite il referendum del 4 dicembre potrebbe dare una forte accelerata anche alla riforma della giustizia, che l’attuale senato rallenta.
Gennaro Migliore, sottosegretario alla Giustizia, che aveva voluto essere informato sull’elenco dei morti al tragico terremoto del 13 gennaio 1915 esposto nel centro “Moretti”, ha risposto puntualmente ai dubbi e ai quesiti dei relatori, rivendicando l’azione positiva dell’attuale esecutivo in tema di giustizia. Ha concluso i lavori l’avvocato Gianclemente Berardini auspicando un ripensamento da parte del governo sulla chiusura del tribunale di Avezzano, che pare sia stata rinviata al 2020, salvo imprevisti.




Lascia un commento