Giffi Noleggi assume, tre posizioni aperte: ecco come candidarsi



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. In un momento di crisi del mondo del lavoro, ci sono aziende che a dispetto del periodo poco felice non solo non subiscono questa crisi, ma riescono anche ad investire e ad assumere personale.

Giffi Noleggi, l’azienda dal cuore abruzzese ma dalla dimensione sempre più nazionale, continua la sua crescita e cerca figure da inserire nel proprio organico.

La società leader del noleggio generalista, fondata nel 2000 da Francesco Giffi, ha infatti appena lanciato una selezione di personale che porterà  all’assunzione di tre professionisti.

I candidati prescelti rivestiranno il ruolo di Responsabili di sede noleggio, è richiesta esperienza nel settore, capacità di gestione operativa e attitudini commerciali. Alla fine del processo di selezione i tre nuovi dipendenti saranno collocati nelle sedi di Avezzano, Roma e Bologna.

Attualmente è partita la prima fase, per potersi candidare basta inviare il proprio curriculum con lettera di presentazione accedendo alla pagina Lavora con noi del sito, nella quale sono spiegati nel dettaglio i requisiti e le competenze richieste. Giffi Noleggi offre un contratto a tempo indeterminato, una retribuzione adeguata alle competenze professionali e importanti premi produzione mensili.

Conclusa la prima fase verrà effettuato uno screening di tutti i curricula pervenuti e verranno selezionate le candidature in linea con la ricerca. Le persone che passerano questa prima selezione verranno contattate dall’azienda per fissare un colloquio.

“Cerchiamo persone di valore e determinate che abbiano voglia di entrare a far parte di un team che lavora con passione e ha grandi progetti per il presente e il futuro”, fanno sapere da Giffi Noleggi, “Siamo in una fase di crescita e le persone sono la più grande risorsa di un’azienda”.

 




Lascia un commento