Castello baronale dei Colonna occupato da soldati spagnoli
La congiura del governatore di Avezzano in un contesto sociale corrotto e instabile (1680-1688)
Nel regno di Napoli e nella Marsica, come andiamo affermando, gli accordi tra viceré spagnoli e poteri feudali per il controllo delle risorse del territorio appaiono, per gran parte del Seicento, come...
Porta dei Marsi a Tagliacozzo: ecco com'era nel 1900
Porta dei Marsi a Tagliacozzo: ecco com'era nel 1900
Tagliacozzo – La Porta dei Marsi di Tagliacozzo è uno dei luoghi iconici del paese marsicano. Si tratta di uno dei cinque ingressi medievali che consentivano l’accesso al borgo. Nell’immagine...
Prima dell’orso e del camoscio: predatori e prede di 10 milioni di anni fa
Prima dell’orso e del camoscio: predatori e prede di 10 milioni di anni fa
Opi – Il 3 aprile del 1993 si tenne, a Pescasseroli, capitale del Parco, una conferenza dal tema: “La scoperta del primo giacimento di vertebrati fossili nel Parco”. Per la verità la scoperta fu...
Oltraggio del Gran Contestabile Sciarra Colonna al papa (lo schiaffo di Anagni)
Escrescenze del lago di Fucino, l’architetto Fontana e il Gran Contestabile Sciarra Colonna (1680-1683)
Per ragioni di spazio, pur omettendo numerosi altri episodi che determinarono la vita socio-economico-politica del territorio in questione, occorre accennare a fatti importanti con gradi diversi e sotto...
Centro di formazione professionale "San Berardo" di Pescina
La fine della "Università degli Artigiani": dal Centro di formazione professionale "San Berardo" di Pescina all'oblio totale
Pescina – Era il periodo post bellico, correvano gli anni ’50, e fu allora che la Pontificia Opera Assistenza del Vaticano, la concattedrale dei Marsi, Santa Maria delle Grazie, con l’allora...
Un disegno di Raffaele Fabretti (1683)
Spese e introiti delle stanghe colonnesi poste sul lago di Fucino
Ricostruendo la storia del feudo dei Colonna, è bene focalizzare la nostra attenzione su un altro corposo volume esistente nell’Archivio di Stato di L’Aquila, intitolato: «Lago di Fucine. Scritture dall’anno...
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
Avezzano – In passato, dalle nostre pagine, abbiamo mostrato, attraverso un’affascinante e interessante cartolina d’epoca, l’aspetto che aveva piazza Castello, ad Avezzano, prima...
Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo
"Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo"
Opi – Che l’Abruzzo sia una regione abitata fin dalla Preistoria lo dimostrano i ritrovamenti di selci paleolitici oltre agli avanzi neolitici, che sono vari e copiosi, e le tracce umane che lasciano...
Cerca
Close this search box.

Gal Terre Aquilane: le opportunità per “la Terra dei M@rsi” | VIDEO

L’Assessore Pepe: inseriti nel Master Plan, 50 milioni di euro per la rete irrigua della Marsica

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Secondino Roselli
Secondino Roselli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Rita Iacone
Rita Iacone
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Mario Buongiovanni
Mario Buongiovanni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Marilena Cesta
Marilena Cesta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Roberto Palermini
Roberto Palermini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Marziani
Antonio Marziani
Vedi necrologio

Avezzano –  L’incontro istituzionale, svolto nella Sala Picchi dell’ex palazzo Arssa, ha portato a conoscenza del pubblico la misura  a sostegno dello sviluppo locale leader:  in evidenza le risorse e opportunità per il territorio della Provincia di L’Aquila.  Hanno partecipato  introducendo i lavori Giuseppe Di Pangrazio –Presidente del Consiglio Regionale d’Abruzzo, Carlo Rossi-Presidente Gal Terre Aquilane, Lorenzo Berardinetti-Presidente III Commissione “Agricoltura, sviluppo economico e attività produttive” del Consiglio Regionale d’Abruzzo, Maurizio Di Nicola-Presidente 1° Commissione “Bilancio, Affari generali e istituzionali” Consiglio Regionale d’Abruzzo, Dino Pepe -Assessore alle Politiche Agricole della Regione Abruzzo, al quale  sono state affidate le conclusioni.

Presenti all’incontro Sindaci, rappresentanti dei Comuni e degli Entri pubblici territoriali, Imprese, Aziende Agricole e Turistiche del territorio

Il tema dell’incontro è basato,   non solo in merito alla sottoscrizione della convenzione per il finanziamento tra la Regione Abruzzo ed il Gal Terre Aquilane  ma l’apporto dato dal grande progetto che contiene una serie di misure che riguarda lo sviluppo, l’attivazione e il coinvolgimento dell’intero territorio per “la Terra dei M@rsi”.

Il finanziamento della Regione è stato accordato ai tre Gal della Provincia di L’Aquila, oltre al Gal Terre Aquilane, anche al  Gal Gran Sasso Velino.   Inoltre il Presidente del Consiglio Regionale d’Abruzzo Giuseppe Di Pangrazio  ha ricordato che alcuni mesi fa c’è stato il riconoscimento di  oltre 3milioni  di finanziamento per quanto riguarda il territorio marsicano  su aree di crisi non complesse. L’esortazione del Presidente Di Pangrazio  è  di “Agire con impegno nell’ utilizzati bene i  fondi, di centrare l’obiettivo e lasciare  il segno, che vuol dire  creare occupazione  e l’opportunità di partecipare ad altri bandi per altri fondi, altri programmi e altri progetti.”  Ha poi considerato:  “La concorrenza fra gli attori regionali delle nostre aree fa bene, fondamentale però è che l’impegno della politica sia lavorare per l’interesse generale. Quando c’ è la convergenza e sintonia si ottengono risultati importanti e l’incontro di oggi lo dimostra.”

Il piano di sviluppo locale ha la regia diretta del Gal  ed è stato fatto con una importante concertazione con tutto il territorio ascoltando i sindaci, e le associazioni dei 27  comuni che fanno parte dell’area di interesse del Gal Terre Aquilane.

Carlo Rossi, Presidente Gal Terre Aquilane  ha manifestato ai referenti della Regione Abruzzo la preoccupazione nata dalla considerazione che le imprese e gli operatori economici hanno necessità di intercettare  le poche risorse e quindi l’attesa è grande , per questo la questione tempi non è cosa da poco. Necessita intervenire In tempi ragionevoli.

Bisogna essere chiari fin da subito – ha precisato il Presidente Rossi Il Gal non può fare opere pubbliche, non può risolvere purtroppo i tantissimi problemi delle amministrazioni hanno sui propri territori, può fare progetti pilota o sperimentali che possano servire ai giovani, alle imprese, al territorio per proseguire in quello che il Gal va a fare con questa azione leader. E’ bene ribadire che i progetti siano territoriali. Va detto che su un territorio di 7 comuni non verrà effettuato un intervento sul  singolo Comune.“

Sul nuovo sito del Gal Terre Aquilane  saranno rinnovate le short list, quindi è bene iscriversi. Questo è un metodo per dare opportunità più ampie a tutti gli operatori, ai professionisti, a tutti i fornitori del territorio per avere delle opportunità derivanti da i fondi.

Nel suo intervento Lorenzo Berardinetti-Presidente III Commissione “Agricoltura, sviluppo economico e attività produttive” del Consiglio Regionale d’Abruzzo ha puntualizzato “Oggi abbiamo un’opportunità. Nella prossima programmazione 2020/2027 non si prevedono importanti incentivi, pertanto questa programmazione bisogna attuarla nel migliore dei modi. Abbiamo gli strumenti come i Contratti di Fiume, i Patti territoriali, forse abbiamo troppo e si è sempre gli stessi,  dovrebbe essere tutto racchiuso in un’agenzia unica. Piccole leggi ma fatte bene, io ragiono come sindaco, e se sono riuscito a portare il piccolo paese di Sante Marie alla citazione  su riviste americane, vuol dire che la legge fatta su “Cammino dei Briganti” è stato con grande successo

Forte e incisive le dichiarazioni di Maurizio Di Nicola-Presidente 1° Commissione “Bilancio, Affari generali e istituzionali” Consiglio Regionale d’Abruzzo.  Ha evidenziato come  gli  indici statistici e sociologici considerano come un territorio marsicano, nel mezzogiorno d’Italia, sia indietro rispetto a ciò che si sarebbe potuto fare sfruttando oltre 30anni di programmazione comunitaria a favore delle aree depresse.

I 3milioni,660mila euro non sono una cifra che trasformerà questo territorio. Eravamo un lago, ora siamo altro. E’ opportuno porre al centro della programmazione il recupero del profilo storico, culturale, antropologico più vero, del  territorio marsicano. Abbiamo una grande responsabilità in quanto siamo tutti nell’occhio del ciclone, tutti coloro che fanno attività di impegno civile e pubblico. Si è spezzato il rapporto di credibilità tra i cittadini e le rappresentanze istituzionali. La gente non crede più a nulla. Bisogna spiegare che i fondi comunitari sono un’opportunità, dei 5 miliardi di fondi non spesi perché non siamo capaci di spenderli. Dobbiamo contaminarci nel rapporto con l’estero. Possiamo recuperare da loro ciò che ci manca da sempre in senso di responsabilità e di rigore.  E’ il  nostro peggior difetto, se potessimo recuperare mantenendo la nostra straordinaria creatività l’Italia non competerebbe con nessuno, perché superiore a chiunque”. 

“La strategia del Gal è stata lavorata con intelligenza da tutti i protagonisti del territorio – ha ribadito poi l’assessore Dino Pepe -Assessore alle Politiche Agricole della Regione Abruzzo, poiché è la prima volta che i sindaci e i Comuni hanno avuto un ruolo di primo piano. La strategia del Gal nasce e si sviluppa attraverso un’attenta analisi del territorio, con linee di intervento e di azioni partendo dal turismo legato all’agricoltura, ai prodotti che raccontano il territorio. Si fa turismo attraverso i prodotti.

“Un’azione importante è la valorizzazione della patata del Fucino che  con un regime di qualità ha acquisito il marchio  IGP , con un ritorno  economico dei produttori. Tutti i settori turistici devono usare i prodotti del territoriali, il nostro vino, l’olio, gli ortofrutticoli,  all’interno delle  strutture private e pubbliche.Nelle mense scolastiche, universitarie, ospedaliere devono essere serviti i prodotti del nostro territorio perché si fa sviluppo dell’economia ma anche una consapevolezza culturale  verso i giovani.   Con i 13.500 ettari il territorio della Marsica è il principe a livello agricolo regionale con lo sviluppo del 25% del PIL regionale agricolo. Non più solo produttori ma anche operatori di una economia agricola sociale, che spazia su diversi settori turistici con intuizioni strategiche“.

L’assessore Pepe  ha poi comunicato che sono stai messi in campo, inseriti nel Master Plan, 50 milioni di euro per la rete irrigua della Marsica, un limite dell’economia agricola il problema della risorsa idrica, Il sollecito è andato agli Enti affinché possano espletare al più presto le istruttorie, firmare le convenzioni relative, per dare risposte innanzi tutto agli operatori del settore.

A conclusione dell’incontro l’importanza di una azione forte, il conferimento dell’immobile dalla Regione al centro di ricerca ex Crab attuale Crua , ottenendo così  il Centro Unico della Ricerca in Agricoltura con sede in Avezzano.

Video a cura di Manuel Conti

LEGGI ANCHE

Va in pensione la storica “Littorina”, il treno che per oltre 50 anni ha percorso la tratta ferroviaria “Avezzano-Sora-Roccasecca”
stefano venturini tagliacozoz
Screenshot_2024-06-12-16-16-10-941_com.facebook
WhatsApp Image 2024-06-14 at 11.00
Nomadi, Uccio De Santis e "Voglio Tornare negli Anni 90", ospiti ad agosto a Meta
Scassinata e messa a soqquadro la casetta dell'associazione Antichi Mestieri di Camporotondo
sfalcio erba per terreni
"La bottega dei racconti": un libro per raccontare le storie dei ragazzi dell’I. di Girolamo di Magliano dei Marsi
L'ululato dei lupi, lo spettacolare video di Fabrizio Cordischi per Rewilding Apennines
PHOTO-2024-06-14-10-10-17 (2)
Pescasseroli Comunità Energetica Rinnovabile: oggi incontro formativo e conoscitivo per cittadini, imprese e istituzioni
"
celano feste
Festiv’Alba 2024, come acquistare biglietti o abbonamenti
donare sangue avezzano terremarsicane
Festeggiamenti del Sacro Cuore a Celano, si parte stasera con il concerto di Francesco D'Aleo
Annalaura Lacalamita
bando concorso terremarsicane
Parco Sirente Velino terremarsicane
Pouring water from jug into glass on blue background
Manutenzione straordinaria sulla linea Avezzano - Pescara
Maria Assunta Oddi
Nasce in Abruzzo il primo Parco europeo dei Borghi del Respiro: comprenderà i 22 borghi del Parco Sirente Velino
Nasce una colonia felina a Forme di Massa d'Albe

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Secondino Roselli
Secondino Roselli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Rita Iacone
Rita Iacone
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Mario Buongiovanni
Mario Buongiovanni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Marilena Cesta
Marilena Cesta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Roberto Palermini
Roberto Palermini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Marziani
Antonio Marziani
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.