Fucino, strade fatiscenti, Coldiretti scrive al Prefetto Torraco “Chiesto intervento per migliorare la viabilità, finora solo promesse”

Si contano danni diretti ed indiretti, necessario ripristinare ordine

Le strade del Fucino sono malmesse, piene di buche e pericolose per i mezzi e le persone. A denunciare lo stato in cui versa la viabilità dell’orto d’Italia è Coldiretti L’Aquila che ha scritto al prefetto Cinzia Torraco una missiva per chiedere un intervento istituzionale e sollecitare Comuni e Provincia a risolvere un situazione che genera problemi e malcontento.

“Al di là della competenza giuridica sulle strade, la situazione va risolta al più presto – dice Angelo Giommo, presidente di Coldiretti L’Aquila – ad esempio e senza per questo volersi soffermare solo per un Comune,  sulle strade 10 e 11 di Avezzano la situazione è arrivata a livelli di sicurezza molto preoccupanti sia per i mezzi agricoli che per le persone. Negli ultimi mesi abbiamo partecipato a diversi incontri con le varie amministrazioni comunali coinvolte, a partire dall’incontro nel Comune di Avezzano lo scorso gennaio per le forti piogge che avevano provocato allagamenti e dissesti al sedime stradale oltre che ai campi circostanti. In occasione di quella riunione  – racconta Giommo – era presente anche il consigliere regionale Giorgio Fedele, che aveva annunciato e fatto ottenere per le strade fucensi un impegno regionale di oltre 100 mila euro il cui sviluppo operativo, però, a noi non è noto nè constatabile. Insomma, allo stato attuale, dobbiamo registrare solo promesse”. Coldiretti chiede di superare “le roboanti assunzioni di responsabilità” e si appella al Prefetto chiedendo il suo intervento.

“Siamo preoccupati per le conseguenze sui mezzi degli agricoltori e siamo allarmati per i rischi in cui incorrono le persone che attraversano certe strade  – dice Giommo – per queste ragioni, siamo a chiederLe di essere informati in merito alle sollecitazioni che, se lo riterrà opportuno, muoverà nei confronti di tutti i  Sindaci dei Comuni del Fucino e del Presidente della Provincia dell’Aquila e siamo disponibili fin da ora a partecipare ad un incontro fattivo con le istituzioni interessate”.

Comunicato stampa Federazione Regionale Coldiretti Abruzzo