Frecce divelte e paletti rimossi lungo il cammino dei briganti: scatta la denuncia


Sante Marie – Questa mattina un operaio del Comune di Sante Marie, durante un giro di ricognizione del territorio, ha notato che alcuni dei tanti camminatori intenti in questi giorni a percorrere il cammino che parte da Sante Marie e fa un giro di 100 chilometri tra Abruzzo e Lazio, stavano attraversando una zona diversa. Dopo essersi fermato e aver parlato con loro si è reso conto che era successo qualcosa perché gli stessi camminatori avevano riferito di non aver trovato frecce lungo il cammino.

Passando poi lungo il tratto del cammino indicato si è reso conto che decine di frecce con le indicazioni del percorso erano state spaccate e altrettanti paletti rimossi e abbandonati lungo la strada. In questi giorni il cammino dei briganti è letteralmente preso d’assalto dagli amanti del turismo green per questo il personale del Comune di Sante Marie e della riserva naturale grotte di Luppa si sono subito attivati per realizzare delle frecce provvisorie e fornire le giuste indicazioni ai camminatori evitando così che possano crearsi disagi.

“E’ paradossale che nei giorni in cui registriamo il maggiore afflusso di camminatori al giorno dobbiamo preoccuparci dei vandali che spaccano frecce e paletti sistemati lungo il cammino per dare informazioni ai turisti”, ha commentato il primo cittadino di Sante Marie, Lorenzo Berardinetti, “purtroppo non è la prima volta che capita e  per questo siamo stati costretti a rivolgerci alle autorità competenti presentando una denuncia contro ignoti. Questo atteggiamento oltre a essere irrispettoso del lavoro altrui è anche denigratorio per il nostro paese e per il nostro territorio che tanto sta facendo per crescere e svilupparsi. Ho già informato dell’accaduto Luca Gianotti, ideatore del cammino, e per evitare disservizi ai nostri ospiti abbiamo creato delle frecce provvisorie che stiamo provvedendo a sistemare dove sono state tolte. Mi auguro che lo spirito di accoglienza e di condivisione per il quale il nostro paese si è sempre contraddistinto non venga mai meno e che episodi del genere possano rimanere casi isolati”.


Invito alla lettura

Ultim'ora

”Non darmi da mangiare, mi ridurrai così”, l’appello del Parco Nazionale d’Abruzzo a non nutrire le volpi

Il Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise spiega come mai tante volpi vengono schiacciate a bordo strada: ”Abituate a ricevere cibo dai passanti e attendono lì consapevoli che prima o ...


Video dell’orsa Amarena che dalla montagna scende in paese

Tutti abbiamo imparato a conoscere l’orsa Amarena. Nel video di Marco Borgiani, Amarena, l’orsa più famosa d’Abruzzo scende dalla montagna alla ricerca di cibo fino ...

Le miniere dismesse della Marsica, preziosa risorsa per l’incentivazione turistica

Da alcuni anni cresce l’interesse per le miniere dismesse in Abruzzo. La recente Legge Regionale 13 aprile 2022, N.7 (Disposizioni per l’utilizzo e la valorizzazione ...

Chiusura temporanea sentieri G7 e G9 area Anfiteatro delle Murelle nel Parco Nazionale della Maiella

Dalle risultanze dei monitoraggi del trend e della struttura di popolazione e delle attività di sorveglianza sanitaria condotte nel corso del 2021 e 2022 sul ...

Addio all’ex imprenditore Santirocchi Orlando

Capistrello – Grave lutto per la comunità di Pescocanale, che piange la scomparsa di Santirocchi Orlando e si stringe con affetto attorno al dolore dei ...