Fornacelle e cantinelle acCese



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Cese – Torna, sabato 12 novembre, Fornacelle e Cantinelle acCese. Giunto alla undicesima edizione, questo percorso gastronomico nasce per volere della Pro Loco con l’obiettivo di creare un’occasione di ritorno in paese, mantenere vive le tradizioni culturali e culinarie legate alla ricorrenza di San Martino e promuovere la conoscenza e la valorizzazione di Cese attraverso alcuni aspetti di cultura popolare.

Una manifestazione fatta non solo di sapori ed aromi, ma anche di segni della tradizione, momenti di allegria e di pura “festa” da gustare tra le cucine e le cantinelle sparse nella zona più antica del paese. Un percorso a cui fanno da cornice gli spazi d’arte e la scenografia del vecchio borgo che si lascia scoprire nella sua veste più autentica.

L’undicesima edizione di questo evento racconta una storia non scontata, che inizia da un’idea e cresce di entusiasmo e partecipazione. Porta in sé tracce d’identità culturale e sensibilità sociale, racconta l’impegno degli ideatori e di tutta la Pro Loco, ed ha in sé tante voci tenute insieme da un non comune sentimento d’appartenenza.

Sabato 12 novembre 2016

•       19 cantinelle selezionate, ognuna con una propria specialità distintiva legata alla tradizione culinaria o ad ingredienti e prodotti del territorio. Una delle cantine, patrocinata da AIC Abruzzo, è dedicata ai celiaci, con prodotti senza glutine.

•       Alcune delle specialità presenti: “pizzelle”, polenta, gnocchi, fettuccine, pasta e fagioli, vellutate autunnali, baccalà, bruschette e uova al tartufo, panini con ventresca, salsiccia, porchetta o frittata, cinghiale, fagioli con le cotiche, arrosticini di pecora e carne alla brace, ciambelle fritte, dolci artigianali, vin brulé, amari fatti in casa.

•       Una postazione di degustazione vini con la Cantina del Fucino, partner fornitore della manifestazione.

•       Diversi spazi dedicati all’artigianato, alle tradizioni professionali del passato e alla rievocazione delle usanze legate a San Martino, con riferimento alla vinificazione e alle zucche intagliate.

•       Numerosi punti sostegno AVIS Cese lungo tutto il percorso. Per dare spazio, in un’occasione di festa e condivisione, ad un tema importante come la donazione del sangue, e sostenere la sezione di base di Cese con un piccolo gesto.

•       Animazione e intrattenimento con il Gruppo Sbandieratori dell’Aquila, marching band, giocolieri e molto altro. E poi gadget, sorprese e improvvisazioni.

Cese vi aspetta sabato 12 novembre, a partire dalle 18.




Lascia un commento