Festival Piana del Cavaliere, una settimana di note dal mondo



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Dal Trio Nazionale della Repubblica del Kazakistan all’Orchestra Notturna Clandestina diretta da Enrico Melozzi, passando per l’Orchestra Sinfonica Abruzzese e i Carmina Burana (con l’ensemble strumentale del Festival della Piana del Cavaliere). E poi i concerti degli allievi delle masterclass gratuite di oboe e fagotto, percussioni, flauto, clarinetto e contrabbasso. Denso il calendario anche per la seconda settimana del Festival della Piana del Cavaliere, in programma tra mercoledì e domenica nella Marsica, tra le piazze e le chiese di Pereto e Rocca di Botte, con un’“incursione”, giovedì, a Roma, con un Recital Pianistico protagonista delle sere d’estate a Palazzo Altemps.

Giovani talenti in concerto

Le masterclass gratuite di alto perfezionamento musicale sono ciò che rende unico il Festival della Piana del Cavaliere. Le lezioni si concludono con un concerto: mercoledì (alle 21, nella chiesa di San Giovanni, a Pereto), con gli allievi di oboe e fagotto; venerdì (alle 18,30, nella piazza del Castello, a Pereto), con gli allievi di percussioni; sabato e domenica (alle 11, nella chiesa di San Giovanni a Pereto), con gli allievi di flauto, clarinetto ei contrabbasso.

Tra musica e sicurezza stradale

A chiudere la rassegna, domenica, dalle ore 19, l’Orchestra Notturna Clandestina. L’esibizione si terrà a Pereto, nel centro prove di Aisico, Associazione italiana per la sicurezza della circolazione, grazie a cui sia il Festival che le masterclass sono possibili.



Lascia un commento