Fedeli sul piede di guerra a Corcumello: “La statua di Sant’Antonio non si tocca”

Corcumello – Malumori e proteste a Corcumello per l’ incerto destino della Statua di Sant’Antonio di Padova, esposta alla venerazione dei fedeli nella chiesa di San Nicola. “La sovrintendente Rosaria Mencarelli – raccontano  i fedeli –  punta e prende di mira S. Antonio di Padova che nella Chiesa parrocchiale di Corcumello è esposto alla venerazione dei fedeli in una nicchia sottostante l’altare, a fianco di un artistico ambone medioevale, da anni, da decenni da secoli”.

Sant’Antonio – continuano – non è artistico come l’ambone e quindi si vuole procedere a demolire la sua nicchia, distruggere il suo altare e la statua, che nella chiesa non troverebbe posto, cacciarla fuori. Che inaudita, dissacrante, feroce e grossolana pretesa“.

S. Antonio – concludono – è da secoli protettore di Corcumello e, costi quel che costi, non consentiremo che un popolo venga calpestato ed un suo Santo Protettore venga maltrattato. Ci aiuti Dio e quanti credono che almeno nelle chiese possa ancora valere il primato di Dio“.