“Erano due bravi ragazzi”, una storia di camorra arriva ad Avezzano



Avezzano. La camorra e i suoi tentacoli, parole che spaventano, che a volte si ha difficoltà a pronunciare anche a bassa voce.

Da una parte il crimine organizzato in clan, fatto di riscossione del pizzo, di estorsioni, di sfruttamento della prostituzione, usura e traffico di droga, con un giro d’affari enorme, e non solo in Campania, dall’altra il coraggio di parlarne senza paura e a voce alta degli autori Giuramento e Scalia, che li conduce a scrivere il romanzo “Erano due bravi ragazzi”, edito dalla Newton, che sarà presentato ad Avezzano, mercoledì 14 dicembre 2016 alle 18, alla libreria Panella, nella nuova sede di via XX Settembre, in presenza dei due scrittori, dietro la proposta della ASSOCIATIO MINERVAE APS.

Non è solo un viaggio tra le vie di Napoli, non è solo la storia di Andrea e Fabrizio, è un cammino doloroso tra le regole spietate della malavita, una lucida riflessione e denuncia di una realtà non più sommersa il cui “fragoroso silenzio” si fa sentire.

L’ingresso è libero.



Leggi anche

Lascia un commento