Entra nel vivo “Ascanio”, arrivano oggi spettacoli di strada con teatro e falconeria (GUARDA FOTO E VIDEO)



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tagliacozzo. Prende il via la manifestazione “Ascanio”.

Alla presentazione hanno partecipato il sindaco della città Vincenzo Giovagnorio, Chiara Nanni, assessore alla Cultura del Comune, Domenico Colasante, che ha realizzato un volume sul personaggio, Bruno Rossi che è stato lo scopritore di questo illustre cittadino tagliacozzano e Federico Fiorenza, direttore artistico della manifestazione.

La kermesse si è aperta ufficialmente ieri alle 18 con Parade: dall’inizio Viale della Villa comunale a Piazza dell’Obelisco; sbandieratori della città dell’Aquila, i Giullari dell’Allegra Brigata di Arezzo e concluderà la serata la Compagnia dei Folli Ascoli Piceno – Parade fino alle 22. Domani 8 luglio, ore 17 Villa comunale “Falcong”, spettacolo di falconeria, volo libero di falconi, aquile, poiane, gufi e “lupi”. Alle 19, Shezan il genio impossibile, il mito del teatro in strada. Ore 20 fino alle 22, I Guardiani dell’Oca, spettacolo di musica e teatro di strada; seguirà una nuova esibizione della Compagnia dei Folli fino alle 23,30 tra centro storico e Piazza Obelisco.

Domenica 9 luglio serata finale da mozzafiato. Intanto già da questa sera verranno riaperte taverne e osterie, che opereranno tutte e tre le serate, dove si potranno degustare piatti tipici e servirà a tavola personale in costume rinascimentale. Si perché Ascanio Mari, è vissuto nel Rinascimento, è stato un orafo di alta qualità, formatosi nella scuola di Benvenuto Cellini, del quale è stato discepolo prediletto.

Insomma, ha detto il Sindaco, “abbiamo voluto continuare questa bella manifestazione, ricca di momenti culturali, per offrire ai turisti ma anche ai locali, spettacoli di qualità ed anche di divertimento”. Così l’assessore Chiara Nanni: “Abbiamo lavorato su questa “tre giorni” per dare a Tagliacozzo lo spazio che merita quale città d’arte e cultura”.

 

Foto e video servizio Manuel Conti

Testo di Elvira Maiolini

 




Lascia un commento