Emergenze ferroviarie, Mazzocca: “Siglato accordo tra Ferrovie dello Stato e Protezione Civile”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Abruzzo – La Giunta Regionale ha approvato lo schema di protocollo d’intesa tra la Regione Abruzzo e Ferrovie dello Stato Italiane volto alla definizione di modalità operative da attuare in contesti emergenziali. Lo rende noto il sottosegretario alla Presidenza della Regione con delega alla Protezione Civile, Mario Mazzocca il quale ha precisato che il documento è finalizzato al raggiungimento della massima tutela degli interessi della collettività. Mazzocca: “il protocollo definisce sul territorio regionale le necessarie sinergie tra Ferrovie dello Stato e Protezione Civile regionale per fronteggiare in modo efficace eventuali criticità attraverso l’utilizzo di uomini, mezzi e tecnologie di ciascuna delle due strutture”.

Secondo quanto riferito dallo stesso Sottosegretario, nell’accordo vengono disciplinati alcuni aspetti: emergenze ferroviarie per le quali può essere necessaria la collaborazione e intervento del Sistema di Protezione Civile della Regione Abruzzo quali criticità ferroviarie per cause tecniche e di forza maggiore e incidenti ferroviari; emergenze (calamità di origine naturale o antropica, necessità di spostamento di un elevato numero di persone ecc.) che possono richiedere l’impiego delle risorse appartenenti a FS; attività di formazione ed esercitazioni; aspetti comunicativi per la gestione di eventi emergenziali.

“Con la sigla di questo protocollo” precisa Mazzocca, “si aggiunge un altro tassello al mosaico del sistema regionale della Protezione Civile perché si va a regolamentare una materia delicata come quella del trasporto su rotaia in caso di calamità”. “Questo accordo” conclude, “si inserisce nel quadro del Protocollo d’intesa con le Ferrovie dello Stato e con Trenitalia finalizzato alla gestione delle emergenze nel settore dei trasporti ferroviari oltre che nell’ambito della previsione, prevenzione e gestione dei rischi naturali e antropici”.




Lascia un commento