Emergenza occupazioni abusive, il candidato Del Boccio (De Angelis): “Ad Avezzano fenomeno chiaramente fuori controllo”


Avezzano. “Quello che è accaduto ieri in via Kant dimostra quanto ad Avezzano la situazione dei migranti non sia sotto controllo e come alla città vada restituito il senso della sicurezza grazie al lavoro capillare della polizia locale”.Il candidato alle prossime elezioni amministrative di Avezzano, Antonio Del Boccio, che scende in campo con il candidato sindaco Gabriele De Angelis, commenta l’episodio di cronaca accaduto ieri pomeriggio in un popoloso quartiere non lontano da via Napoli.
“È inaccettabile che i cittadini si ritrovino case occupate abusivamente da uomini di origine marocchina, piene di escrementi e degrado, come è inaccettabile che in una casa posta sotto sequestro da Polizia e Finanza, con tanto di sigilli, ci bivacchino dentro delle persone. Agli avezzanesi – continua Del Boccio, comandante della polizia provinciale (ora in aspettativa per via dell’impegno elettorale) – , va restituita serenità e sicurezza.

Tra gli obiettivi del mio programma elettorale c’è una netta presa di posizione da parte del Comune con la scesa in campo della polizia locale, affiancata e supportata, da tutte le altre forze dell’ordine dove naturalmente ne sia necessario l’intervento. Vanno controllati i contratti di affitto agli extra comunitari, nel senso che il Comune deve sapere chi c’è in un’abitazione, quante persone ci vivono e quante ne può contenere secondo il certificato redatto dalla Asl.

Un controllo incrociato va poi fatto con chi dichiara di lavorare, tramite le aziende. Non è pensabile nemmeno che persone senza permesso di soggiorno vivano in nero negli appartamenti degli avezzanesi e qui ci spaccino pure. Il Comune ha il dovere di sapere dove vivono gli extracomunitari presenti ad Avezzano, non solo per la sicurezza ma anche per il rispetto di altri diritti. Ci siamo mai chiesti dove vanno a finire i rifiuti che lascia chi abita abusivamente in una casa? È pratica nota che in molte case i rifiuti vengano lasciati all’esterno e raccolti dalla società che si occupa dei rifiuti che non può che gestirli come indifferenziata. Ed è così che si alzano i costi del servizio per chi, invece, paga regolarmente le tasse ed è pure virtuoso”.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Il giovane sacerdote Don Luca celebra la sua prima messa a S.Donato, suo paese d’origine: commozione ed affetto da parte di tutta la comunità

Una giornata colma di emozioni quella vissuta dalla comunità di San Donato, piccola frazione di Tagliacozzo, che ha accolto Luca Santacroce, a maggio divenuto parroco, con calore ed affetto, nella ...


”Non darmi da mangiare, mi ridurrai così”, l’appello del Parco Nazionale d’Abruzzo a non nutrire le volpi

Il Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise spiega come mai tante volpi vengono schiacciate a bordo strada: ”Abituate a ricevere cibo dai passanti e attendono ...

Video dell’orsa Amarena che dalla montagna scende in paese

Tutti abbiamo imparato a conoscere l’orsa Amarena. Nel video di Marco Borgiani, Amarena, l’orsa più famosa d’Abruzzo scende dalla montagna alla ricerca di cibo fino ...

Le miniere dismesse della Marsica, preziosa risorsa per l’incentivazione turistica

Da alcuni anni cresce l’interesse per le miniere dismesse in Abruzzo. La recente Legge Regionale 13 aprile 2022, N.7 (Disposizioni per l’utilizzo e la valorizzazione ...

Chiusura temporanea sentieri G7 e G9 area Anfiteatro delle Murelle nel Parco Nazionale della Maiella

Dalle risultanze dei monitoraggi del trend e della struttura di popolazione e delle attività di sorveglianza sanitaria condotte nel corso del 2021 e 2022 sul ...



Lascia un commento