Emergenza idrica nella Marsica, sono 21 i Comuni costretti alla turnazione



Marsica – L’emergenza idrica nella Marsica si sta facendo seria. Il CAM da diverso tempo è costretto a ridurre l’erogazione di acqua sul territorio marsicano. Solo pochi giorni fa il Consorzio Acquedottistico Marsicano aveva diffuso un appello col quale invitava tutti gli utenti a non sprecare le risorse idriche poiché la loro quantità è sempre più esigua.

Ora il CAM comunica che, a causa delle scarse piogge e dell’aumento delle utenze nei paesi del territorio che gestisce, è stato costretto a mettere in atto delle azioni di apertura e chiusura dei serbatoi per fare in modo che sia assicurato l’approvvigionamento idrico in tutte le abitazioni. I Comuni costretti alla turnazione, che consiste per lo più nella chiusura dell’acqua nelle ore notturne, al momento sono addirittura 21: Avezzano, Balsorano, Capistrello, Cappadocia, Carsoli, Castellafiume, Collelongo, Lecce nei Marsi, Luco dei Marsi, Magliano dei Marsi, Massa d’Albe, Oricola, Pereto, Pescina, Rocca di Botte, San Benedetto dei Marsi, San Vincenzo Valle Roveto, Sante Marie, Scurcola Marsicana, Tagliacozzo e Villavallelonga.

Il richiamo e il consiglio sono sempre gli stessi per tutti gli utenti marsicani: non sprecate l’acqua. Le turnazioni, almeno per ora, sembrano tamponare una situazione allarmante ma c’è bisogno del contributo, del buon senso e dell’intelligenza di tutti.