Due monaci buddhisti sul Gran Sasso

La domanda sorge spontanea: cosa ci fanno due monaci buddhisti sul Gran Sasso? La risposta, tutto sommato, è semplice: camminano e pregano. La comparsa di due monaci tibetani, ben riconoscibili grazie al loro tipico abito, la kesa, e, ovviamente, ai loro tratti somatici, ha lasciato tutti piacevolmente sorpresi. Alcuni turisti sono rimasti a bocca aperta nel notare i due monaci sul versante del Gran Sasso che domina la zona di Prati di Tivo, nel comune di Pietracamela (Teramo).

Piergiorgio Greco, giornalista e fotografo abruzzese, li ha immortalati con degli scatti che, sicuramente, rimarranno a lungo nella memoria considerato che la presenza di due buddhisti tibetani sulla montagna più alta d’Abruzzo non è esattamente all’ordine del giorno. Probabilmente i due monaci hanno trovato in questa incantevole zona della nostra Regione un ambiente affine alle loro abitudini e adatto alle loro preghiere.