Droga nel Fucino, convalidato l’arresto dei tre marocchini



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Convalidato l’arresto dei tre uomini di origine marocchina, sorpresi da una squadra composta da Carabinieri e Forestali con mezzo chilo di hashish.

Gli investigatori avevano individuato i tre mentre erano a bordo di un’auto che si aggirava per la Marsica, in modo sospetto. Da qui è partito un inseguimento che è andato avanti fino a Strada 15, nelle campagne del Fucino, nel territorio comunale tra Celano e Aielli, dove i tre si sono fermati nei pressi di un casolare abbandonato. E’ qui che hanno tentato di occultare la droga.

Gli inquirenti, per uscire allo scoperto, hanno aspettato il momento giusto  e sono entrati in azione, arrestandoli e sequestrando la droga. In una scatola hanno trovato cinque panetti di hashish, che sono stati inviati agli uffici competenti per le analisi. Il peso totale è di quasi mezzo chilo, precisamente 470 grammi.

Samir Anzaoui 35 anni, residente a Luco e Ahmed Omari, 39 anni residente ad Avezzano, difesi dall’avvocato Mauro Ceci, sono tornati liberi mentre per Hicham Harcha, 29 enne che vive ad Avezzano e già sottoposto all’obbligo di dimora, sono stati disposti i domiciliari. Harcha ha ammesso che la droga era sua, facendo in modo che gli altri due accompagnatori tornassero liberi.




Lascia un commento