fbpx

DIY: il grande successo del fai da te

Negli ultimi anni si sente spesso parlare del DIY, ma che cosa sta ad indicare questa sigla? Non è altro che l’acronimo delle parole inglese “Do It Yourself“, che in italiano si traduce con “fai da te“. Si tratta di un fenomeno ormai diffuso in tutto il mondo e che sta conquistando sempre più persone.

Tuttavia, non bisogna pensare immediatamente al bricolage attuato dai nonni, poiché alla base di tutto ci sono dei concetti importanti: riciclare, sistemare e personalizzare. Oggigiorno, su  internet è possibile trovare numerosi siti che spiegano passo passo come effettuare al meglio i piccoli lavoretti di casa e come ridare nuova vita ad oggetti vecchi ed obsoleti, altrimenti destinati alla discarica.

Di fatto, si può parlare di una vera e propria passione, o meglio di un’arte, che può interessare diversi campi, quali il giardino, la casa, l’abbigliamento e così via. Tuttavia, per evitare spiacevoli situazioni, ma anche per ottenere risultati soddisfacenti, è fondamentale non improvvisarsi tutto fare, ma avere ben chiari in mente dei punti fondamentali.

Lavorare in sicurezza e con gli attrezzi di qualità

La prima cosa da fare se si vuole intraprendere questa strada, è agire in sicurezza. Ciò vuol dire operare con prudenza, ma soprattutto indossare indumenti adeguati ed in grado di proteggere le parti più delicate del corpo da possibili urti e lesioni. Del resto, soprattutto quando si è inesperti, è facile farsi male.

Non molte persone sanno che esiste un’ampia scelta di abbigliamento da lavoro e che per ogni tipo di intervento esistono delle soluzioni specifiche da adottare. Dunque, non solo i professionisti, ma tutti coloro che si occupano di lavori manuali devono evitare di esporsi ad inutili pericoli, acquistando capi appositamente progettati per essere comodi, ma funzionali.

Altro punto fondamentale sono gli attrezzi da lavoro, che devono essere sicuri e di qualità, in modo da durare nel tempo e da garantire performance eccellenti, anche in caso di piccoli interventi. Di fatto, all’inizio non è necessario sovraccaricarsi di utensili, bensì disporre di quelli indispensabili, come il martello, la livella, il trapano, chiodi e viti di vario genere, il metro e così via. Con il tempo, poi, è possibile ampliare la propria cassetta degli attrezzi e renderla sempre più efficiente.

Tutto il bello dei fai da te

Ma cosa rende il fai da te così gradevole? É difficile dare una risposta univoca, poiché ognuno si può approcciare a questa attività per motivazioni differenti e del tutto personali. Tra l’altro, è bene ricordare che, se in passato il bricolage era un passatempo esclusivamente maschile, attualmente ha coinvolto anche l’universo femminile. In generale, molte persone utilizzano questa passione per scaricare lo stress in maniera costruttiva, mentre altre vogliono mettere alla prova le proprie capacità manuali.

Del resto, creare qualcosa da zero, riciclare oggetti malandati ed effettuare piccoli lavoretti di casa, può portare ad una grande soddisfazione personale. Non bisogna dimenticare, poi, che consente di risparmiare parecchio denaro, evitando l’intervento di professionisti per risolvere le piccoli grandi crisi domestiche, come la rottura di un lavandino o la potatura delle piante del giardino.

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0.00
Send this to a friend