DisServizi, viaggiatori marsicani sul piede di guerra. La nota della consigliera Torrelli

Sembra proprio non essere un buon momento per la TUA. La Società Unica Abruzzese di Trasporto  infatti, malgrado le buone notizie diffuse nelle scorse ore, relative al potenziamento del parco macchine per la Marsica – saranno 37 i nuovi mezzi assegnati alle quattro province – continua a incappare in intoppi e ad attirarsi le ire dei viaggiatori. Le proteste degli utenti si susseguono e riguardano diverse tratte.

Nella mattinata di giovedì, 24 gennaio, è stata la linea San Benedetto dei Marsi – Avezzano, e viceversa, a subire la iattura di guasti tecnici che hanno impedito il servizio della corsa bis per gli studenti, mentre gli stessi si sono recati in massa negli uffici di TUA dopo che la corsa delle 13.40 che doveva riportarli a San Benedetto dei Marsi è rimasta in stallo a causa di un guasto.

“Le macchine che viaggiano qui nella Marsica sono perlopiù  vecchissime”, hanno sottolineato gli studenti arrabbiati, raggiunti anche da un paio di genitori sul piede di guerra, “i guasti si verificano con una frequenza incredibile, eppure paghiamo l’abbonamento come gli altri abruzzesi di altre zone, dove però gli autobus non sembrano dei cimeli storici! L’abbonamento pagato da un marsicano non è uguale all’abbonamento pagato da un pescarese?…”. Appiedati anche gli studenti di Lecce nei Marsi, con conseguente ondata di malumori “social”.

Capitolo a parte, e dolente, le corse sulla tratta Avezzano – L’Aquila/Celano – L’Aquila, via autostrada, dalla quale sono segnalati episodi ricorrenti di ritardi e disagi: “Si rimpallano le responsabilità, alla fine ci rimettono sempre i pendolari che per andare o a scuola o a lavoro escono di casa all’alba e non sanno a che ora tornano a casa”, ci dice un gruppo di pendolari della linea, “Viaggiando tra l’altro su mezzi sporchi e in condizioni indecenti. Stiamo valutando delle azioni in comune”.

Se Atene piange, Sparta non ride: giungono infatti segnalazioni relative a problemi tecnici dei mezzi impegnati anche da società private sulla tratte verso la Capitale: l’appello alla massima diligenza (…) nella cura e manutenzione dei mezzi impegnati, è rivolto, oltre che alle aziende del settore, anche alle forze dell’ordine preposte ai controlli, per un’efficace opera di prevenzione a salvaguardia della sicurezza dei viaggiatori.

Sulle vicende che in questi giorni vedono al centro dell’attenzione generale la TUA è intervenuta

la consigliera d’amministrazione Evelina Torrelli, con la nota di seguito riportata integralmente, con cui conferma l’impegno per il “cambio di rotta” in corso:

“Negli ultimi giorni la stampa locale ha segnalato disagi, con conseguenti rimostranze degli utenti. Confidiamo che queste problematiche possano ridursi sempre più anche a fronte dell’ammodernamento del parco macchine che TUA sta mettendo in atto con fatti concreti”, ha spiegato la Consigliera, “Infatti, il Direttore Generale ha assegnato alle varie sedi della Regione 37 nuovi autobus. Dei 37, 14 dei nuovi bus sono stati assegnati alla Provincia dell’Aquila ed in particolare 6 ad Avezzano, 3 a Sulmona e 5 a L’Aquila. Inoltre alla Marsica e alla Valle Peligna sono stati assegnati altre 3 bus (2 ad Avezzano ed 1 a Sulmona) già in servizio provenienti da altre sedi. E’ soltanto l’inizio del rinnovamento del parco macchine che vedrà sostituiti nella Regione nel corso di quest’anno oltre 200 bus. Voglio ringraziare il Presidente di TUA Tullio Tonelli ed i colleghi del Consiglio di Amministrazione, oltre al Direttore Generale Giuseppe Alfonso Cassino e a tutti i funzionari della Società, per il lavoro svolto e per quello che, insieme, continueremo a svolgere per garantire una mobilità sicura, accessibile, efficiente e confortevole per soddisfare adeguatamente le esigenze degli utenti. Un ringraziamento particolare voglio farlo al Consigliere Regionale Maurizio Di Nicola che, quale delegato ai trasporti, ha rappresentato un efficace punto di riferimento per TUA e, con la sua notoria determinazione e la sua competenza, ha profuso un impegno notevole per cercare di porre rimedio alle criticità, anche fisiologiche, che si sono determinate a seguito della fusione e con un occhio sempre attento al territorio aquilano ed in particolare a quello marsicano, della valle peligna e del carseolano per dare le risposte più opportune alle esigenze rappresentate  dagli utenti e dal personale. Contestualmente all’ammodernamento del parco macchine, e dopo aver fronteggiato le problematiche relative alla disponibilità dei biglietti, ci si sta adoperando per venire incontro anche alle richieste del personale per far sì che possano espletare il loro lavoro nelle migliori condizioni giuridiche e di fatto”.

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0.00
Send this to a friend