Disfatta Avezzano. I biancoverdi crollano al Morgagni di Forlì. Salvezza diretta sempre più complicata.



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Forlì – Scontro diretto salvezza fra Forlì e Avezzano, valido per la 31° giornata di Serie D, nel quale gli uomini di Colavitto crollano al Tullio Morgagni, contro i romagnoli di mister Campedelli, per 3 a 2. Il Forlì non vinceva da ben due mesi, dato importante che sottolinea una crisi biancoverde sempre più nera.

Il vantaggio lampo marsicano aveva quasi illuso i tifosi, l’undici avezzanese non è riuscito a gestire la rete di distacco ed è capitolata sotto i colpi di un Forlì più cinico e, forse, con più fame.

La classifica adesso dice che l’Avezzano è in 18° posizione con 30 punti, raggiunta dal Forlì e dall’Isernia, fino a ieri distanti tre punti.
Il club di via Ferrara deve prepararsi allo sprinta in questo finale di stagione per raggiungere il proprio obiettivo di permanenza nella massima serie dilettantistica.

LA PARTITA

L’Avezzano passa subito, al 2′, con la rete di Falou Samb, il diagonale dell’attaccante, seppur debole, non lascia scampo al portiere ed è subito 0 a 1.
Il pareggio arriva al 14′ quando Di Benedetto pesca in mezzo Graziani, con un gran traversone, l’attaccante batte Sinato con un’incornata vincente.
Dopo centoventi secondi, Graziani sfiora la doppietta di nuovo con un colpo di testa ma la sfera termina alta.
I biancoverdi non riescono a imbastire trame di gioco convincenti e al 23′ vanno sotto sugli sviluppi di un corner di Mazzotti che trova, al centro dei 16 metri, Cortesi, il numero 26 impatta di testa e concretizza il sorpasso casalingo. Ennesima rete su palla alta subita dall’Avezzano in questo campionato.
Retroguardia ospite ancora disattenta quando una rimessa laterale di Croci arriva in area tra i piedi di Graziani che ha tutto il tempo per coordinarsi e segnare una strepitosa rete in rovesciata. 3 a 1 e doppietta personale del numero 9 romagnolo.

I lupi scendono in campo, nel secondo tempo, con un altro spirito.
Al 48′, Grazioso dalla lunga distanza scarica un gran sinistro verso la porta difesa da Mordenti e accorcia le distanze. 3 a 2.
Il numero 8 biancoverde prova a ripetersi qualche minuto dopo, ancora da fuori, ma questa volta non trova lo specchio.
Al 60′ anche De Roccis prova a sorprendere Mordenti, ma la sua conclusione termina al lato della porta.
Al 75′ ottimo intervento di Sinato che nega la quarta rete locale parando il rasoterra di Cascione.

Termina senza altre emozioni la gara, sconfitta che brucia per gli abruzzesi che ora devono cercare di fare più punti possibili nelle ultime sette gare per raggiungere la salvezza diretta, la prima tappa dell’impresa sarà la Jesina, ospite domenica prossima al Dei Marsi.