Discarica abusiva in una cava: scoperti oltre 12 mila metri cubi di rifiuti



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Gioia dei Marsi – Nella mattinata del 28 marzo, in località “San Veneziano” del Comune di Gioia dei Marsi, un’operazione congiunta dei militari della Stazione Carabinieri Forestali di Lecce nei Marsi e i militari della sezione di polizia giudiziaria della Procura della Repubblica di Avezzano, con l’ausilio di una pattuglia della Polizia locale di Gioia dei Marsi, ha portato alla denuncia di P.M.di 52 anni e L.D.B., di 56 anni, per gestione di rifiuti non autorizzata.

Il personale intervenuto ha rinvenuto all’interno di un sito estrattivo non autorizzato, nella disponibilità di due ditte locali, la presenza di un grande quantitativo di rifiuti utilizzati per il ripristino del profilo di escavazione del sito. Tali rifiuti risultavano costituiti da inerti derivanti da attività edilizia e stradale, terre di lavaggio frammiste a scarti vegetali, pneumatici e plastiche di vario genere.

Il quantitativo dei rifiuti spianati a terra è stato valutato in circa 12.000/15.000 metri cubi, mentre il quantitativo dei rifiuti presenti in superficie è stato stimato approssimativamente in 500 metri cubi. (L.T.)




Lascia un commento