Di Pangrazio: “I cittadini hanno riconfermato la fiducia. De Angelis continua a mentire”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Riceviamo e pubblichiamo.

“I dati del risultato elettorale parlano chiaro, il secondo arrivato continua a mentire e a prendere in  giro la Città”. Entra a gamba tesa il sindaco Giovanni Di Pangrazio, pronto al secondo mandato, e chiude secco le chiacchiere post elettorali.

Dopo cinque anni di amministrazione targata Di  Pangrazio la città si è espressa ed ha rinnovato la sua fiducia al sindaco in carica, che ha ottenuto il  45% dei consensi, staccando di dieci punti il secondo – arenatosi al 34% – in una tornata che ha visto in campo ben sei candidati a sindaco. Nell’ultima sezione appena scrutinata, la 21, il Sindaco ha  allungato le distanze di altri 105 voti, portandosi a quota 11.133.

“Tutti gli assessori candidati, nonché i consiglieri in carica sono stati premiati dagli elettori, a
dimostrazione della qualità del lavoro svolto ed apprezzato dalla città, a differenza di qualche
voltagabbana che è stato cancellato dal risultato delle urne”, prosegue Giovanni Di Pangrazio,”I
cittadini intelligentemente hanno ben saputo distinguere il valore della nostra azione e dei progetti
proposti per continuare la trasformazione della città, a fronte della fumosità delle chiacchiere e delle
bugie di qualcuno che ripete sempre le stesse cose come fosse un disco rotto, nell’inutile tentativo
di alzare fumo sulla sonora disfatta che ha incassato.

Rileviamo che si continua a parlare in maniera  ambigua di lavoro: il ruolo del sindaco è di adoperarsi per creare e difendere l’occupazione e non  promettere posti di lavoro in campagna elettorale, illudendo quei giovani che si dice di voler tutelare. Prima di vaneggiare di sfratti, qualcuno farebbe bene a pensare al ‘foglio di via’ che i cittadini hanno firmato nei confronti dei suoi sponsor colonizzatori”.




Lascia un commento