Derby d’Eccellenza con pioggia di gol a tinte granata, il Capistrello ne rifila cinque all’Angizia Luco



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Capistrello – I granata di Capistrello scendono a valanga sui conterranei dell‘Angizia Luco. Dopo i 90 minuti il tabellino dice 5 reti a 1 per i ragazzi di mister Torti che, grazie alla vittoria di ieri rimangono in zona play-off.
L’Angizia macchia un bel campionato con questa sconfitta, che non compromette la situazione di classifica, ma lascia di certo l’amaro in bocca. Fanno riflettere soprattutto le parole di mister Giordani che, nel post-partita, ha dichiarato: <<Loro avevano più fame, a noi è mancata. Qualcuno deve capire che non stiamo giocando la seconda categoria ma l’eccellenza>>. 
Parole che sanno di delusione e rabbia dopo un derby affrontato con poca cattiveria agonistica, e a poco serve aggrapparsi all’alibi delle numerose assenze.

La vittoria dei rovetani è frutto di una prima mezz’ora giocata all’arrembaggio, con aggressività ed un pressing asfissiante. Il primo gol arriva al 7′: Franchi dalla sinistra rientra sul suo piede preferito e calcia, non può arrivarci l’estremo difensore ospite.
Al 10′ Di Girolamo viene atterrato in area ed il direttore di gara, senza indugi, indica il dischetto. Dagli undici metri trasforma Matteo Salvini che mette a segno il suo secondo gol in campionato dopo quello contro il Vasto Marina.
Il tris arriva sugli sviluppi di un tiro d’angolo, Franchi si ritrova la sfera tra i piedi in area piccola dopo una spizzata e raggiunge quota sei gol nel torneo. 3 a 0 e partita in cassaforte già.
Serve ancora un corner, sta volta nell’altra metà campo, per vedere i biancoazzurri. Traversone al centro per l’incornata di Imbriola, il centrale classe ’98 beffa il portiere di casa e segna il gol della bandiera.
Sul finale di primo tempo ancora il Luco a spaventare un Capistrello in pieno controllo, filtrante per Santirocco che scavalca con un pallonetto Di Girolamo ma vede il cuoio stamparsi sulla traversa e tornare sul terreno di gioco.

Nell’avvio della ripresa Santirocco può ancora accorciare, serve un prodigioso Luca De Meis a fermare l’attaccante involato verso la porta vuota.
Il Capistrello capisce di dover ancora far qualcosa per chiuderla definitivamente ed il 4 a 1 non tarda ad arrivare: Incoronato prende la mira da fuori area e con un destro ad effetto batte D’Innocenzo.
Al 71′ c’è spazio anche per la quindi marcatura, stavolta è Cipriani ben appostato sul secondo palo a deviare nel sacco un calcio d’angolo e a regalarsi la prima gioia personale della stagione.

I minuti restanti passano senza altri acuti e il Capistrello può gioire ,fra le mura amiche, per l’undicesima vittoria in campionato. L’Angizia deve raccogliere i pezzi e lavorare in settimana per cercare il riscatto al più presto.