Denuncia di Avezzano Bene Comune: “cacciatori sparano con carabine a lunga gittata nelle periferie di Paterno e San Pelino”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Si torna a parlare di caccia, questa volta con la denuncia del gruppo dirigente di Avezzano Bene Comune che, tramite un comunicato, segnala la presenza di cacciatori armati con carabine a lunga gittata sulla collina di Paterno, frazione del comune di Avezzano. “Nonostante i vari avvisi, scritti su fogli A4, relativi alle battute di caccia puntualmente ogni anno, all’apertura della stagione di caccia al cinghiale, i cacciatori svolgono le loro attività nella collina che sovrasta Paterno“, scrive ABC.

Suddetti cacciatori utilizzano, per uccidere la selvaggina, carabine moderne con gittata a 5000 metri, che potrebbero, dunque, rivelarsi assai pericolose anche per gli esseri umani. La periferia di Paterno e San Pelino vecchio, così come anche luoghi oggetto di attività escursionistiche come la chiesetta di S. Onofrio e la relativa sorgente, si trovano a meno di 5km e dunque alla portata di queste armi.

Lo scorso anno un proiettile ha colpito una casa nella periferia nord di Paterno. Alla luce di quanto denunciato”, conclude il gruppo dirigente, “ci auguriamo che le autorità abbiano la voglia di provvedere in merito prima che ci scappi il morto“.