Degrado nella stazione di Avezzano: il parcheggio ed il sottopassaggio “sostituiscono” i bagni non funzionanti



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – La stazione di Avezzano, in attesa che terminino i lavori di adeguamento agli standard europei, giace nel degrado: nel corridoio del sottopassaggio, che collega piazza Matteotti ai binari 2, 3, 4, 5 ed al terminal autobus di piazza Kennedy, la pavimentazione è sporca, appiccicosa e con diverse pozze di urina che ristagnano vicino le pareti.

La puzza è davvero insopportabile e non è raro vedere i ciclisti utilizzare l’altra uscita, senza canaline per le bici, che conduce alla biglietteria del fabbricato viaggiatori. Il parcheggio sembra non avere una sorte migliore: gli utenti sono costretti a parcheggiare tra i rifiuti abbandonati a terra e, di recente, un signore anziano ha urinato in pieno giorno davanti alle persone che passavano.

Tuonano i residenti, i pendolari e gli studenti che ogni giorno sono costretti a passare per la stazione e chiedono un’intervento per ripulire e sanificare la zona. In tutto ciò c’è da sottolineare che entrambi i bagni della stazione, posti lungo il binario 1, sono fuori servizio da parecchio tempo.

“Se i bagni fossero stati funzionanti si sarebbe potuto quantomeno limitare il degrado?”

Degrado nella stazione di Avezzano: il parcheggio ed il sottopassaggio "sostituiscono" i bagni non funzionanti
Degrado nella stazione di Avezzano: il parcheggio ed il sottopassaggio "sostituiscono" i bagni non funzionanti