De Angelis riempie il Castello Orsini di cittadini, “Rendiamo Avezzano appetibile per i turisti e facciamo muovere l’economia”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Una città più vivibile per tutti, con un centro riqualificato e l’istituzione di una Scuola di arti e mestieri che potrebbe essere ospitata nei palazzi dell’ex Arssa, con il contributo della Regione.

Ma anche una città attrattiva per i turisti, che richiami persone anche dal di fuori, non solo della Marsica ma anche da fuori Regione. Il tutto tagliando le spese inutili dell’amministrazione comunale, con migliaia di euro distribuiti a uno staff troppo grande e soprattutto assorbendo fondi e finanziamenti solidi nel tempo.

Ha fatto il pieno ieri pomeriggio il candidato sindaco Gabriele De Angelis, al castello Orsini, dove ha chiamato i cittadini di Avezzano, per illustrare loro i punti salienti del suo programma elettorale. Alla presenza anche di tanti politici e anche di alcuni amministratori della Marsica, tra i quali il sindaco di Celano, Settimio Santilli, della sottosegretaria alla Giustizia, Federica Chiavaroli e della senatrice Paola Pelino, De Angelis ha parlato davanti a una folta platea da cui in più di un’occasione si è levato un applauso di approvazione. Presente anche Massimo Verrecchia coordinatore provinciale di Alternativa popolare e Marco Fracassi, presidente di Confindustria.

Il candidato sindaco ha parlato dei punti forti già illustrati in altre occasioni, come il Microcredito e come la riqualificazione di Piazza Torlonia, che diventi fruibile finalmente anche per un grande numero di famiglie con i bambini, che arrivano alla domenica, per un gelato all’aperto, nella città più grande della Marsica.

“Qualche giorno fa, ero sull’autostrada. Tornavo da un viaggio di lavoro”, ha raccontato De Angelis, “all’uscita mi sono reso conto di come chi arriva qui, anche fosse solo per caso, e non trova nulla che promuova il territorio. Non c’è un’indicazione dei Cunicoli di Claudio, non c’è un cartello che indichi dove andare e che attiri l’attenzione dei turisti. Ho visto, ad esempio, il cartello di un locale di Scurcola ma nemmeno uno di Avezzano”.

“Secondo voi Avezzano in cinque anni è andata avanti o indietro?”, ha domandato alla fine dell’incontro alla platea. Alla risposta: “Indietro”, De Angelis ha lanciato a tutta voce il suo slogan “Voltiamo Pagina. Insieme!”.

Nella convention si è parlato di un piano per riportare la città nei circuiti economici, industriali e finanziari che contano, per far ripartire il lavoro e le attività produttive, la riqualificazione di tutta la città che torni ad essere bella, godibile e un simbolo di rinascita, politiche per i giovani e la riapertura dell’istituzione comunale ai cittadini.

“Io sono un uomo libero e l’ho dimostrato due anni fa quando nonostante le lusinghe e le carezze ho lasciato il mio incarico di assessore perché le cose non mi piacevano. L’ho dimostrato – ha detto De Angelis – quando insieme agli amici che mi si sono stretti attorno, ho deciso di candidarmi e di dare vita a questa coalizione civica, completamente civica, che racchiude in sé diverse sensibilità che hanno lavorato per elaborare un programma che abbia quattro gol da realizzare per far rinascere la città. Lo dimostro oggi che sono qui e sono venuto a chiedervi l’energia di cui io e la coalizione abbiamo bisogno per realizzare il nostro programma. Solo l’energia che viene da voi cittadini ci può consentire di realizzare le cose che vogliamo fare”.




Lascia un commento