Dante e la Battaglia dei Piani Palentini protagonisti del nuovo murale di Antonello Di Stefano realizzato a Scurcola Marsicana


Scurcola Marsicana – L’artista pescinese Antonello Di Stefano, già autore, tra gli altri, di uno spettacolare murale dedicato al grande scrittore marsicano Ignazio Silone, realizzato a Pescina, ha firmato un’altra imponente e suggestiva opera che si trova a Scurcola Marsicana. Il grande murale, voluto dal Centro Studi Carlo I d’Angiò, è una dedica a una delle battaglie più importanti del Medioevo, quella che si svolse a poca distanza da Scurcola Marsicana il 23 agosto 1268.

Protagonisti di quell’epico scontro furono l’esercito svevo da una parte, guidato dal giovanissimo Corradino di Svevia (nipote del grande Federico II), e l’esercito francese dall’altro, guidato da Carlo I d’Angiò. Il grande murale, che ricopre interamente una storica cabina elettrica di e-distribuzione, ubicata alle spalle del vecchio edificio scolastico, celebra proprio la grande battaglia del 1268 con la rappresentazione di due soldati a cavallo con le effigi delle due casate: i tedeschi Hohenstaufen e i francesi d’Anjou.

Uno dei quattro lati della struttura dipinta da Antonello Di Stefano, invece, ritrae la ben nota figura di Dante Alighieri. Una presenza fondamentale perché, all’interno della Divina Commedia, XXVIII canto dell’Inferno (vv. 17-18), il poeta fiorentino dedicò dei versi alla battaglia tra tedeschi e francesi: “là da Tagliacozzo, / dove sanz’arme vinse il vecchio Alardo“. La battaglia, come ormai tutti sanno, non si svolse a Tagliacozzo e diversi studiosi hanno ormai attestato che quel “là da Tagliacozzo” sta a significare “al di là di Tagliacozzo“, cioè nel territorio che, già nel XIII secolo, era riferibile a Scurcola.

La suggestiva e imponente opera murale, come detto, va a celebrare uno degli eventi storici più importanti della storia italiana ed europea. La vittoria di Carlo I d’Angiò, ottenuta solo grazie allo stratagemma messo in atto da quel “vecchio Alardo” citato da Dante, ha mutato per sempre il destino politico, religioso ed economico del nostro Paese ma anche quello del nostro continente. Una storia lontana circa 800 anni che, però, anche grazie a opere di questo genere riesce a rimanere viva e sempre attuale.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Nasce il pronto intervento sociale: aiuto a 200 famiglie di 34 Comuni

Marsica – Nasce il pronto intervento sociale che prevede un aiuto per 200 famiglie in 34 Comuni. Il progetto “L’unione fa la forza”, presentato nei giorni scorsi nella sede di ...


Pronto soccorso avezzano, Fedele: “siamo in piena emergenza “

Avezzano – Sono gravissime le affermazioni dell’Assessore Verì in merito alla situazione del Pronto Soccorso di Avezzano. L’Assessore dimostra, sia nelle dichiarazioni rilasciate alla stampa ...

San Pelino, tutto pronto per gli imminenti festeggiamenti in onore dei Santi Patroni

Avezzano – Il ritorno alla realtà della comunità di San Pelino passa, in questo 2022, per l’organizzazione in grande stile delle feste patronali in onore ...

Lo splendido setter di Avezzano Sir Arthur eccelle in una gara di bellezza per amici a quattro zampe

Avezzano – Lo splendido esemplare di setter irlandese di Avezzano, Sir Arthur, ha partecipato ad una simpatica gara di bellezza per amici a quattro zampe organizzata dalla ProLoco ...

Mucche vaganti tra Massa d’Albe e Ovindoli, “si creano situazioni di pericolo”

Massa d’Albe – Mucche vaganti lungo la SP 24 tra Massa d’Albe ed Ovindoli. La segnalazione è giunta in Redazione da un lettore. Gli animali, ...