Dall’Afghanistan all’Abruzzo: è nata Hina, figlia di una donna fuggita dai talebani e accolta a Roccaraso



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Roccaraso – “Dalla paura per la fuga alla gioia per una nuova vita che nasce“: con queste parole la Croce Rossa ItalianaComitato Regionale Abruzzo accoglie la lieta notizia della nascita di Hina. Si tratta di una bimba figlia di una delle donne fuggite dal regime dei talebani di Kabul e giunta in Italia pochi giorni fa.

La mamma di Hina si trova nella struttura militare di Roccaraso, in Abruzzo, che la ospita. Ed è proprio qui, nella terra che oggi l’accoglie, che ha messo al mondo la sua bambina. “È stata una grande emozione, mamma e figlia stanno bene”, spiegano gli operatori della Croce Rossa Italiana.

Il padre di Hina, purtroppo, non è riuscito a scappare dall’Afghanistan ed è stato vittima della violenza degli estremisti islamici che di recente hanno riconquistato il paese asiatico. Non saprà mai che la sua bambina è al mondo e che è in salvo. La nascita di Hina è un segno di speranza e uno sguardo verso una nuova vita. La preoccupazione resta per chi, invece, non è ancora riuscito a lasciare l’Afghanistan e rischia di subire le ritorsioni dei talebani.




Leggi anche