Dalla terra alle famiglie e ritorno: con Aciam il compost si fa “in casa”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Massa D’Albe – Trasformare gli scarti alimentari e vegetali in prezioso fertilizzante per il proprio orto o giardino. A Massa d’Albe diventa possibile grazie alle compostiere domestiche che Aciam Spa sta provvedendo a distribuire in questi giorni.

I compostatori, ognuno della capacità di 300 lt, sono realizzati in plastica riciclata e sono corredati da un opuscolo informativo. Con il compostaggio domestico si realizza l’autosmaltimento del rifiuto organico quotidiano – scarti di cibo o avanzi di cucina – ma anche residui di potature, foglie e ramaglie provenienti dall’orto o dal giardino. I materiali vengono inseriti nella compostiera, seguendo peculiari modalità e tempistiche, al fine di favorire il processo di biodegradazione. In un periodo che può variare dai 6 ai 12 mesi, in base alle caratteristiche del materiale inserito, ma anche ad altre variabili quali il clima e la ventilazione, si ottiene dell’ottimo concime biologico, da utilizzare per la coltivazione degli orti o per la cura di giardini, aiuole e fioriere.

“Il compostaggio domestico, ove possibile, è una delle pratiche virtuose che permettono di chiudere in piena autonomia il ciclo del rifiuto organico”, ha spiegato la presidente di Aciam, Lorenza Panei, “Un esempio chiaro e agevolmente praticabile, a determinate condizioni, di economia circolare realizzata nel quotidiano: riportare alla terra la totalità, o quasi, dell’organico, rappresenta un tassello importante per un’effettiva sostenibilità ambientale”.

Requisito fondamentale per l’ottenimento della compostiera, oltre alla regolare iscrizione al ruolo TARI, è il possesso di almeno 80 mq di orto o giardino in cui poterla posizionare in condizioni di igiene e sicurezza e su cui utilizzare il prezioso compost ottenuto. L’assegnazione alle utenze è fatta sulla base delle prenotazioni pervenute sia presso gli uffici Aciam, che in quelli comunali; le compostiere distribuite saranno in totale 22. Al momento della ricezione delle attrezzature, gli utenti sono assistiti da personale qualificato di Aciam, che fornisce informazioni sul corretto posizionamento della compostiera e sulle adeguate modalità di utilizzo. La distribuzione delle compostiere sarà attuata, nelle prossime settimane, anche in altri comuni marsicani nei quali Aciam gestisce i servizi di raccolta.




Lascia un commento