D’Alfonso consegna la delega al Turismo a Lolli. Febbo e Sospiri: “Una beffa”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Regione. Con proprio decreto del 13 febbraio del 2017, il Presidente della Regione, Luciano D’Alfonso ha attribuito al vice presidente Giovanni Lolli la delega al Turismo. “Si tratta di un incarico di grande responsabilità soprattutto in un momento così delicato per questo settore strategico dell’economia abruzzese”, ha commentato D’Alfonso, “colpito nelle scorse settimane dall’emergenza straordinaria del maltempo e del sisma”.

Il vicepresidente Lolli, sin dall’inizio del suo mandato, aveva già seguito queste problematiche, essendo Coordinatore della Commissione Turismo della Conferenza delle Regioni e Province autonome: in questa veste ha promosso e partecipato alle azioni e ai progetti nazionali in collaborazione col Mibact, le associazioni di categoria, l’Enit.

Per Lolli la prima occasione di un confronto sul campo con gli operatori la si avrà lunedì prossimo 20 febbraio, quando verrà in visita in Abruzzo Dorina Bianchi, sottosegretaria del Ministero dei Beni culturali con delega al Turismo. Insieme a lei, ai sindaci e alle associazioni, il vicepresidente Lolli incontrerà gli operatori turistici per discutere – con il sostegno del Governo – le azioni necessarie a ricostruire e rilanciare un comparto strategico come quello che il turismo abruzzese rappresenta. La delega al turismo si aggiunge a quelle che Lolli già deteneva: Attività Produttive, Crisi Industriali, valorizzazione Beni Culturali, Politiche della Ricostruzione, Appennino Italico, Rapporti con le Commissioni Consiliari, Impulso e Monitoraggio per le Riforme Istituzionali.

La scelta del presidente D’Alfonso non è andata giù a Febbo e Sospiri che hanno scritto una nota diffusa alla stampa con il loro intervento.

“Il presidente della Giunta regionale getta la spugna e in un momento così difficile per la nostra regione, come da lui stesso dichiarato nel comunicato ufficiale, rinuncia alla delega del Turismo, tenuta per sé fino a oggi, affidandola al vice Presidente Lolli”.
E’ quanto dichiarano il Presidente della Commissione di Vigilanza, Mauro Febbo e il Capogruppo di Forza Italia, Lorenzo Sospiri.

“Una decisione che sembra una beffa  – sottolineano Febbo e Sospiri – soprattutto considerando la situazione emergenziale che sta attraversando l’Abruzzo e che richiederebbe il massimo impegno per risposte decisive sia dal punto di vista della lotta al dissesto idrogelogico, e qui sono davvero in seria difficoltà, sia dal punto di vista turistico con una stagione alle porte che appare piena di insidie. Ebbene, stavolta è lo stesso capitano a lasciare i comandi della nave proprio durante la tempesta. Spetterà quindi al vice Presidente Lolli affrontare le difficoltà e pianificare le strategie indispensabili a potenziare l’immagine della nostra regione e  incentivare i turisti a venire in Abruzzo”.

“Proprio strano il modo di gestire le deleghe da parte del presidente della Regione – aggiungono i Consiglieri regionali di Forza Italia – che a oggi, come certificato dal sito ufficiale della Regione Abruzzo, conserva ancora quella alla Cultura. Poco importa se in questi due anni ha affidato, solo in maniera simbolica però, incarichi a destra e a manca, “nominando” quali Consiglieri delegati prima Bracco poi Monticelli. Incarichi di circostanza che non hanno nessun senso dal punto di vista operativo e decisionale”.




Lascia un commento