Dal web una raccolta fondi per il piccolo Samuel



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – La storia di Samuel Baldassarre ha commosso tutti. Ha solo pochi mesi ed è ricoverato presso il Reparto pediatrico del ‘Bambin Gesù’ di Roma, dove lotta contro una brutta malattia.

La scorsa settimana i calciatori dell’Avezzano gli avevano anche dedicato il 2-0 con cui avevano battuto il Giulianova: un segnale di speranza rivolto sia a lui che ai genitori.

E così, pochi giorni dopo, il titolare della Palestra di Avezzano ‘Il Tempio delle Arti Marziali’, Sante Baldassarre, ha dato vita su Facebook ad una raccolta fondi per il piccolo Samuel.

” Ciao sono Samuel – si legge nel post – ho 7 mesi, combatto con il mio papà e la mia mamma una malattia un po particolare, la mia mamma ed il mio papà sono giovanissimi, mi amano e tutti giorni viaggiano per venire qui da me in ospedale a Roma…. Poverini non lavorano… Però sono forti e mi danno la forza per combattere ed io gli faccio vedere che sono un duro, così loro stanno meglio! Vi chiedo se potete dare una piccola mano a loro così giovani, che mi amano tanto tanto….loro vogliono starmi vicino ed io ne ho bisogno, purtroppo non riescono ad affrontare tutte le spese. Come faccio io senza mamma e papà?
Io combatto e questa è una palestra di combattenti, i combattenti hanno bisogno di un coaches, a chi potrei chiedere quindi di aiutarmi a combattere questa mia malattia? A voi che stareste all’angolo a sostenere questa battaglia…. Grazie che avete ascoltato questa mia richiesta! 
Avete letto? Signori il piccolo Samuel e la sua famiglia hanno bisogno di un sostentamento…. Cura una malattia che non sto qui a descrivere per evitare di dire sciocchezze ed essere frainteso…. Il papà è Andrea Baldassarre , persona orgogliosa e combattiva un ragazzo umile così come la mamma di Samuel… Troverete in Palestra un salvadanaio dove mettere qualcosa per aiutarli. Chi non è cliente può cercare di aiutare lo stesso questa giovane famigliola… Contattateci…. Aiutiamoli assieme!”.

Chiunque volesse contribuire alla causa, può contattare la pagina Facebook della palestra.

 




Lascia un commento