Da Roma a Pescara “Correndo verso la pace”, I tedofori carsolani guidano “il sacro fuoco” fino ad Avezzano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Carsoli – Ha fatto tappa a Carsoli la “Corsa della pace“, giunta alla sua 30^ edizione e partita il 15 settembre dal sagrato della Basilica di San Pietro a Roma, e il cui arrivo è previsto il 16 settembre alla Basilica della Madonna dei Sette Dolori di Pescara.

I tedofori, ovvero coloro che portano la fiaccola, correndo da Roma a Pescara fanno diverse tappe in vari posti del Lazio e dell’Abruzzo, e nella serata del 15 settembre si sono fermati a Carsoli, dove il passaggio di fiaccola è stato raccolto da Marco Furia, Salvatore Martelloni e Mario Falcone, che sono arrivati fino ad Avezzano con la fiaccola, accolta poi da un altro tedoforo giunto a Collarmele.

“Correndo verso la pace” è una manifestazione nata ben 30 anni fa dalla passione e dalla tenacia del suo fondatore, Antonio Di Zacomo, che oltre ad occuparsi dell’organizzazione partecipa anche in prima persona.

Ogni anno la staffetta podistica, che si snoda per 243 km percorsi ininterrottamente in circa 28 ore, parte dalla Basilica di San Pietro a Roma e giunge alla Basilica della Madonna dei Sette Dolori di Pescara.
È poi tradizione che durante il percorso ci si fermi in vari paesi, dove i podisti portatori delle fiaccole, simbolo di pace, fratellanza fra i popoli e speranza, vengono accolti dai cittadini e dalle autorità.
Giunti poi a destinazione, ovvero a Pescara, gli atleti e la fiaccola vengono accolti dalla comunità religiosa, dai fedeli e dai simpatizzanti, che si ritrovano per i saluti e la cerimonia finale, con l’accensione del tripode.

Durante questa edizione ha partecipato, oltre che i soliti gruppi sportivi laziali, anche l’associazione podistica Manoppello.

Inoltre l’Associazione Pax, in collaborazione con l’Associazione Musicale, Culturale, Coro Polifonico Santa Maria Arabona, ha organizzato un pullman di simpatizzanti per seguire la manifestazione fino a Roma, con una gita per far visitare ai fedeli San Pietro, i Giardini Vaticani e le meraviglie di Roma antica.
A conclusione dell’evento è prevista una lotteria a premi, la cui compravendita di biglietti rappresenterà il contributo per la migliore riuscita di questo importante evento.




Lascia un commento