Da oggi, a Tagliacozzo, scuole al teatro e l’8 dicembre va in scena “Fontamara”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Tagliacozzo – È iniziata oggi la tre giorni “Bambini al teatro” organizzata dall’associazione Amici del Festival con il patrocinio della Città di Tagliacozzo, in collaborazione con l’Istituto Onnicomprensivo Argoli e il Teatro Lanciavicchio. La manifestazione, attiva dal 2009, quest’anno è caratterizzata da un fil rouge ecologico.

Stamattina, bambine e bambini della scuola primaria hanno assistito allo spettacolo “L’allevatore di regine” che tratta dell’importanza delle api e della biodiversità per la sopravvivenza della specie umana. Domani 7 dicembre per gli studenti della secondaria di primo grado andrà in scena “Una giornata qualunque”, spettacolo che invita a riflettere sull’impatto ecologico di azioni apparentemente innocue del nostro vivere quotidiano.

Quest’ultima pièce è frutto della collaborazione del Teatro Lanciavicchio con il Parco Nazionale di Abruzzo Lazio e Molise. La rassegna si chiuderà l’8 dicembre con lo spettacolo “Fontamara”, tratto dal romanzo di Ignazio Silone, che si è scelto di aprire a tutta la cittadinanza ad un prezzo simbolico di 5 euro e che sarà offerto gratuitamente agli studenti della scuola secondaria di secondo grado.

Grazie all’adattamento di Francesco Nicolini, che ha ottenuto per questo il premio Silone 2019, e alla regia di Antonio Silvagni, il pubblico sarà trascinato in un emozionante racconto a più voci delle vicende dei Fontamaresi. Scegliendo Fontamara, l’associazione Amici del Festival ha voluto concentrarsi su una storia intimamente connessa al territorio marsicano e di grande attualità.

Attraverso l’opera di Silone si vuole stimolare una riflessione sullo sfruttamento delle persone ma anche della Terra, sull’accesso alle risorse da parte dei più poveri e, in generale, sulla giustizia sociale, aspetti che risultano intimamente connessi se si assume un’ottica di “ecologia integrale” come suggerito da Papa Francesco nella sua enciclica Laudato Si’.

L’associazione Amici del Festival, che sosterrà i maggiori costi della rassegna, ha voluto limitare a 5 euro il prezzo del biglietto per incentivare ulteriormente un ritorno al teatro dopo un periodo particolarmente difficile e per coinvolgere tutte le fasce della popolazione in una crescita armonica della comunità cittadina, come previsto dai suoi scopi associativi.

Al 347 1736 286 è possibile prenotare il proprio biglietto per lo spettacolo Fontamara di mercoledì 8 dicembre che potrà essere pagato e ritirato al botteghino del Teatro Talia il giorno dello spettacolo, a partire dalle ore 17:00. L’Associazione invita a seguire la propria pagina Facebook AmicidelFestivaldiTagliacozzo anche in vista dell’appuntamento con il Concerto di fine anno del prossimo 28 dicembre.

Comunicato stampa