Da Avezzano a Dublino ‘sola andata’ per fare il bartender



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Per lui i cocktail non hanno segreti. A soli 20 anni Fabio Cicarelli, avezzanese doc, ha acquistato tempo fa un biglietto di sola andata per Dublino dove adesso lavora come bartender nell’’Hotel 5 stelle Shelbourne.

Da Avezzano a Dublino 'sola andata' per fare il bartender“La prima volta che ho visto uno shaker avevo 7 o 8 anni – ha raccontato Fabio – anche mio fratello maggiore è un barman, deve essere di famiglia. Ricordo di essermi sentito curioso e affascinato allo stesso tempo. Questo dev’essere stato il momento in cui è nata la mia passione, ma non credo che ai tempi ne fossi consapevole. Ho iniziato a lavorare nei bar quando avevo solo 15 anni. All’inizio, era soltanto un lavoretto per guadagnare qualcosa durante gli anni di scuola, ma poi ho continuato per altri 4 anni. Nonostante lavorassi da diversi anni in un bar, sentivo che mi mancava qualcosa… non mi sono mai sentito veramente un barman”.

Da Avezzano a Dublino 'sola andata' per fare il bartenderNell’agosto del 2015, il marsicano ha così seguito un corso EBS nella speranza di sentirsi un vero bartender.  “Sono davvero felice di averlo fatto. Una volta finito il corso tornai nella mia città; dopo poco però mi resi conto che non avrei potuto usare appieno tutto ciò che avevo imparato. Così, decisi di mettere da parte le mie paure e comprai un biglietto solo andata per Dublino! Là ho iniziato a lavorare come lavapiatti mentre facevo tutti i documenti necessari per vivere in Irlanda. Il mio inglese non era il massimo quando mi sono trasferito, ma in poco tempo ho iniziato a migliorare! Ho trovato lavoro all’Hotel 5 stelle Shelbourne, nel loro bar Horseshow“.

“Adesso – confida Fabio – sto facendo cose che mai mi sarei immaginato. Se non avessi avuto alle spalle una buona preparazione, sarei stato totalmente terrorizzato di fronte ai loro 80 tipi diversi di whiskey! E la ciliegina sulla torta? Partecipiamo regolarmente a contest di mixology. Il lavoro dei sogni”. Se non fosse andata bene, comunque, Fabio avrebbe comunque avuto un piano B: “Sarei andato in Spagna probabilmente, ma non escludo altre mete: attenzione mondo, sono solo all’inizio”.




Lascia un commento