Crocifissi rimossi nelle stanze di degenza a Tagliacozzo, interviene l’associazione ArciAtea:”No ai simboli religiosi nelle strutture pubbliche”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Tagliacozzo – L’associazione ArciAtea Rete per la laicità APS interviene sul caso dei crocifissi rimossi nelle stanze di degenza a Tagliacozzo.

La ASL1 di Avezzano si precipita a rassicurare cittadini e utenti che “I crocifissi non sono mai stati rimossi dalle stanze di degenza dell’ospedale di Tagliacozzo. A lasciare interdetti è che la dirigenza Asl perda tempo a rassicurare che nell’ospedale di Tagliacozzo i “crocifissi sono al loro posto”, mentre nulla dice su parenti e accompagnatori degli utenti del Pronto soccorso di Avezzano, costretti ad attendere per ore al freddo, fuori dalla struttura. Sulla questione dei crocifissi nelle strutture pubbliche, che periodicamente riaffiora, riteniamo che – in base al principio della laicità dello Stato – negli ospedali, scuole, tribunali ospedali, municipi e in qualsiasi ufficio pubblico, non dovrebbero essere esposti simboli religiosi o comunque riconducibili a ideologie o partiti“.