Crab: nove dipendenti a rischio licenziamento. Giffi: “Nulla è cambiato”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “A metà Novembre svelammo l’intenzione della Regione Abruzzo di chiudere il CRAB (oggi CRUA) attraverso il licenziamento di nove dipendenti su diciotto; altresì denunciammo il silenzio dei Sindacati locali, muti e passivi rispetto la vicenda. A seguito della mia dichiarazione i rappresentanti regionali di maggioranza si affrettarono a dichiarare il loro intervento “positivamente risolutivo” della vertenza”. E’ quanto dichiara il coordinatore cittadino di Forza Italia, Aureliano Giffi.

“Tuttavia ad oggi, nulla è stato fatto e la situazione si palesa come segue: 1) la procedura di licenziamento è andata avanti con la convocazione per il prossimo 6 Dicembre ore 12.00 di una riunione da parte del Centro per l’Impiego della Provincia dell’Aquila per la discussione dello stesso 2) dei sindacati, a saper nostro, non c’è traccia se non un intervento delle ultime ore da parte della UIL; 3) nessun fiato sui 17 stipendi maturati e non pagati (che tra l’altro con Dicembre e la 13° mensilità diverranno 19); 4) la commissione regionale per trattare l’argomento, fissato al 29/11 è stata rinviata al 6 Dicembre ore 14.00, due ore dopo l’avvenuto licenziamento. C’è da piangere!; 5) voci di corridoio riferiscono altresì che durante una riunione dei capigruppo in Regione, si sia data la benedizione alla chiusura dell’Ente per mancanza di soldi. Di questa situazione ne abbiamo le tasche piene. Per il rispetto del territorio, dei dipendenti del CRAB, illusi da un piano di rilancio e per rispetto a voi stessi, cari Consiglieri Regionali Marsicani, abbiate il coraggio di dire la verità. Se vi è rimasto un po’ di orgoglio e senso civico, svegliatevi e datevi da fare per rimediare tale scempio da voi creato. Non se ne può più”.




Lascia un commento