Covid 19: Asl attiva sette Unità Speciali di Continuità Assistenziale



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Per assicurare adeguata assistenza domiciliare non solo alle persone affette da COVID-19 che non necessitino di ricovero ospedaliero ma anche a quelle per le quali vi sia il sospetto di tale patologia, è prevista l’attivazione di sette Unità Speciali di Continuità Assistenziale (cd. “USCA”) la cui operatività dalle 8,00 alle 20,00 di ciascun giorno è garanzia di completa e costante presa in carico unitamente ai medici di medicina generale ed ai pediatri di libera scelta.

L’ASL Avezzano-Sulmona-L’Aquila ha già incaricato tutti i ventotto medici necessari per il funzionamento delle predette Unità Speciali di Continuità Assistenziale e ne ha completato la formazione.

Dalla giornata di ieri, le attivazioni riguardano l’intero territorio provinciale ed il pieno impiego di ogni USCA è funzione dei bisogni rilevati dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta.
Ad integrazione e miglioramento dell’assistenza in favore delle persone assistite secondo tale criterio di piena continuità, è in fase di studio l’implementazione d’un sistema di telemedicina in grado di monitorare, nell’arco delle 24 ore, i parametri dei pazienti conferendo ulteriore tempestività ed appropriatezza al sistema di cura.