Contributi della Regione Abruzzo ai Comuni montani e alle aree protette: l’avviso scade il 23 aprile



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Abruzzo – I Comuni delle aree montane e i soggetti gestori delle aree protette hanno tempo fino al 23 aprile prossimo per accedere ai contributi per la sicurezza e la prevenzione dal coronavirus nelle aree montane.

Le risorse disponibili sono pari a 1,5 milioni di euro, che verranno ripartite, secondo le seguenti modalità:

  • un contributo una tantum di € 10.000,00 per ogni comune montano (ISTAT) il cui territorio sia ricompreso in parte o totalmente all’interno del perimetro di parchi nazionali o regionali, come da elenco in allegato A alla DGR 845/20, per un totale di € 1.140.000,00;
  • la rimanente somma pari a € 360.000,00 è stata assegnata come indicato nella tabella contenuta nella DGR 845/2020, tenendo conto della suddivisione percentuale già utilizzata nell’assegnazione dei fondi della gestione ordinaria delle riserve regionali, opportunatamente rimodulata secondo le risorse disponibili, assegnando un contributo minimo garantito a tutte le riserve regionali, un contributo al Parco regionale Sirente Velino pari ad euro 100.000,00, un contributo all’Area Marina Protetta Torre del Cerrano ove la regione Abruzzo partecipa al Consorzio-gestore, pari ad euro 10.000,00.

Sono ammissibili le spese relative ad interventi diretti a garantire la sicurezza delle attività̀ legate al turismo montano, alla prevenzione sanitaria per la fruizione delle aree di accoglienza, dei rifugi, dei centri visita, delle aree e parchi attrezzati. La domanda può essere presentata esclusivamente attraverso la piattaforma telematica della Regione Abruzzo.