Consiglio comunale fiume a Capistrello, oltre dieci ore in diretta streaming I i consiglieri Silvestri e Salvati, “una buona Idea ma la convocazione non sarebbe valida”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Capistrello – Sei ore per discutere i primi quattro punti degli otto all’ordine del giorno, nel primo consiglio comunale di Capistrello celebrato in modalità streaming, sabato 9 maggio alle 15.30. La seduta è iniziata con qualche minuto di ritardo rispetto all’orario fissato per mettere a punto alcuni dettagli tecnici. 

L’assise consiliare si è soffermata a lungo sulla liceità o meno di un emendamento sul regolamento IMU proposto dai consiglieri di “Obiettivo Futuro” Chiara di Felice e Dina Bussi, bocciato poi dall’assemblea. L’argomento più importante era il rendiconto di gestione dell’esercizio 2019 inserito come ultimo dei punti all’ordine del giorno, che è stato anticipato al termine della discussione del quarto punto, dopo una breve sosta, prima di ricominciare alle 22.00 inoltrate.  

L’opposizione del gruppo “Una buona idea”, rappresentata dai consiglieri Vittorio Silvestri e Emiliana Salvati ha invece posto una pregiudiziale formale che potrebbe invalidare l’intera seduta.  I due consiglieri hanno contestato la legittimità del Consiglio perché a loro dire, il decreto n° 6 del 19 marzo scorso, con il quale il Sindaco dispone le linee guida per lo svolgimento del Consiglio Comunale, non poteva essere prodotto dal Sindaco, in quanto non avente titolo a farlo. Secondo i due consiglieri di minoranza, l’atto formale, andava emanato dal Presidente del Consiglio, procedura seguita dal Comune di Pescina, il primo comune in Marsica a celebrare un Consiglio Comunale in diretta streaming. 

Alle 23.00 l’atmosfera cambia  dopo un lungo intervento della capogruppo Dina Bussi, che sul rendiconto, fra le altre cose, rileva una serie di appunti critici del revisore, a proposito di pagamenti che sarebbero stati effettuati dall’ente, senza i necessari impegni di spesa. Arrivati a sforare le otto ore di seduta, il segretario comunale Cesidio Falcone, sbotta esternando una certa irritazione per il protrarsi del Consiglio che a suo dire, solo a Capistrello ha queste durate spropositate. 

«C’è qualcosa che non funziona.» Ha affermato il segretario. Lo stesso Sindaco, Francesco Ciciotti, si è unito alla reprimenda, risentito per le affermazioni della Bussi e per l’intervento di Vittorio Silvestri, definito confusionario e fuori tema dal Sindaco. Sui due punti relativi alla variazione di bilancio per le risorse destinate all’emergenza Covid-19 la minoranza si spacca con il gruppo Obiettivo Futuro che vota contro, e la Salvati che vota a favore, insieme alla maggioranza mentre Silvestri Vittorio aveva abbandonato l’aula poco prima che fosse discusso il tema. Ormai è passata l’una di notte e il consiglio comunale va ancora avanti fra repliche, battibecchi e ancora un ultimo punto da discutere.