Conferenza Donne Democratiche: la volontà delle donne conta in Abruzzo e ovunque



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Nella sede della CGIL dell’Aquila si è svolta la conferenza regionale delle donne dem. “Libere ovunque” è stato il tema ricorrente negli interventi di un incontro attento e partecipato. Molte le associazioni del territorio che ne hanno preso parte. La conferenza è stata presieduta dalla Portavoce Regionale Lorenza Panei con la partecipazione della Portavoce Nazionale Cecilia D’Elia, della Deputata Stefania Pezzopane e la presidente del PD Abruzzo Manola Di Pasquale.

In occasione dell’imminente ricorrenza della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne sono stati accolti gli interventi di due Centri Antiviolenza, per uno dei quali era presente Daniela Senese, attivi nell’ambito territoriale, che hanno riportato come oggi siano ancora evidenti due grandi criticità: il riconoscimento – da parte delle istituzioni, anche politiche, e la programmazione – per consentire al loro lavoro di progredire, ma soprattutto alle donne che incontrano la violenza di potersi emancipare seguendo percorsi di fuoriuscita che siano adeguati ai loro bisogni, e non sottoposti a inadeguatezze di cui i CAV il più delle volte non sono diretti responsabili.

Si è posto, durante l’assemblea, anche attenzione su quanto avviene in Regione dove “invece di tutelare i diritti delle donne li mina fortemente se pensiamo alla proposta di Fratelli D’Italia, dichiara Lorenza Panei, sull’istituzione di un cimitero per i cosiddetti bambini mai nati. Una proposta bocciata in pieno dalla CPO regionale ma che hanno avuto il coraggio di ripresentare in commissione sanità”  

La Conferenza è uno spazio importante di autonomia delle donne, rivolta anche alle non iscritte al PD – afferma Cecilia D’Elia portavoce nazionale della segreteria nazionale del Pd – per dare forza e voce alle nostre proposte, a partire dal contrasto e la prevenzione della violenza di genere. In Italia muore una donna ogni tre giorni. Il 25 novembre è la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne: un’occasione per rinnovare il nostro impegno e sottolineare l’importanza di questa battaglia, che è anche delle democratiche abruzzesi e che si lega a quella della parità di genere e dell’empowerment delle donne. Dal punto di vista del programma abbiamo ottenuto alcuni risultati significativi come la legge sulla parità di genere, il fondo sull’imprenditoria femminile, la riduzione dell’iva sugli assorbenti, o anche le norme per l’occupazione femminile del Pnnr. Nonostante tutto rimangono resistenze non solo nel Partito democratico ma nella politica e nel Paese, basta guardare all’assenza di candidature di sindache nelle grandi di città. Per questo occasioni come quella di oggi sono davvero importanti, per radicare ed allargare il nostro percorso.”