Concorso scuola, ammessi anche gli aspiranti docenti: il Tar accoglie il ricorso



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Attualità – Gli aspiranti docenti delle categorie ITP (insegnanti tecnico-pratici), i diplomati Isef vecchio ordinamento e i diplomati in Ragioneria appartenenti alla classe A-66 potranno partecipare al concorso scuola indetto dal Miur, in principio riservato solo agli abilitati. E’ quanto stabilito dai giudici del Tar del Lazio, che hanno accolto in pieno la tesi sostenuta dagli avvocati dello Studio Legale Bongarzone-Zinzi di Isola del Liri.

“E’ illegittimo prevedere un concorso riservato ai docenti “abilitati” – si legge nell’ordinanza – se è lo stesso Ministero dell’Istruzione a non aver attivato alcun percorso di abilitazione”.

Un risultato sicuramente storico che apre l’accesso alla scuola per molti docenti precari, ingiustamente penalizzati dal Ministero dell’Istruzione.

“Ci abbiamo sempre creduto e il Tar ha accolto le nostre tesi – commentano gli avvocati Paolo Zinzi e Antonio Rosario Bongarzone, che hanno patrocinato il ricorso -, siamo soddisfatti per tutti i ricorrenti che potranno così partecipare al concorso! Ci fa piacere che siamo stati i primi in Italia a portare a casa un risultato favorevole. Non facciamo che porgere ai ricorrenti i nostri migliori auguri per il concorso, sperando di poterli vedere in cattedra quanto prima”.




Lascia un commento