Concluse le attività didattiche proposte dal Centro di Educazione Ambientale del Parco nelle scuole



Regione – “Tra le principali finalità dei Parchi, l’educazione ambientale è senza dubbio una delle più importanti” scrive il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise sulla sua pagina social.

Il Parco spiega che: “Ogni anno, oltre alle attività svolte presso i nostri centri visita dal personale del Parco e quelle estive svolte da personale incaricato, il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise finanzia e organizza lo svolgimento di attività didattiche di educazione ambientale nelle scuole dei tre versanti regionali del Parco”.

Anche quest’anno”continua“nonostante le difficoltà dettate dall’emergenza sanitaria in corso, sono state completate le attività didattiche proposte dal Centro di Educazione Ambientale del Parco (CEA) e organizzate dall’Ufficio Educazione e Volontariato in stretta collaborazione con gli educatori inseriti nell’Elenco Unico Operatori PNALM. Il CEA del Parco ha elaborato le linee guida dalle quali sono stati sviluppati i programmi didattici per le scuole locali di ogni ordine e grado ricadenti nei tre versanti del Parco, al fine di valorizzare il territorio e la sua natura, le attività tradizionali, le attività di educazione e di interpretazione ambientale legate a diversi filoni. Il lavoro è stato condiviso con i Dirigenti Scolastici e i docenti referenti per i programmi di educazione ambientale”.

Gli Istituti Comprensivi, i cui plessi ricadono nel territorio del Parco e nell’Area Contigua, che hanno aderito ai progetti sono stati i seguenti:

• Istituto Comprensivo “B. Croce” di Pescasseroli (AQ)

• Istituto Comprensivo “A. Merini” di Castel di Sangro (AQ)

• Istituto “S. Giovanni Bosco” di Gioia dei Marsi (AQ)

• Istituto Comprensivo “Fontamara” di Pescina (AQ)

• Istituto Comprensivo di Balsorano (AQ)

• Istituto Comprensivo di Trasacco (AQ)

• Istituto Comprensivo Mazzini-Capograssi di Sulmona (AQ)

• Istituto Comprensivo di Colli a Volturno (IS)

• Istituto Comprensivo “Leopoldo Pilla” di Venafro (IS)

• Istituto Comprensivo Sant’Elia Fiumerapido (FR)

• Istituto Comprensivo “Evan Gorga” di Broccostella (FR)

• Istituto Comprensivo di Atina (FR)

Partendo dalle linee guida, gli Operatori incaricati dal Parco, in accordo con le scuole beneficiarie, hanno sviluppato due programmi diversi:

• “Il mondo degli impollinatori: insetti a servizio del bene comune” con cui si è approfondito il ruolo chiave nel riciclo dei nutrienti, che rappresentano l’alimentazione di diversi vertebrati, e che sono fondamentali per l’impollinazione di numerose piante. Per questo programma il Parco ha inoltre realizzato e consegnato ad ogni istituto un “hotel per insetti”!

• “L’Orso Marsicano incontra il Panda” grazie al quale si è indagato le caratteristiche principali dell’Orso Bruno Marsicano, simbolo del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise e del Panda, simbolo della Cina, cercando affinità e differenze nella biologia, nell’alimentazione, negli habitat, nei comportamenti e abitudini tra le due specie.

Le attività laboratoriali, svolte per la maggior parte con modalità “a distanza” hanno coinvolto 790 alunni in totale. Uno degli obiettivi dei programmi didattici del CEA del Parco è quello di stimolare nelle giovani generazioni il senso di appartenenza al proprio territorio attraverso la conoscenza e l’apprezzamento delle peculiarità naturalistiche, storiche e culturali di cui è ricco questo Parco. Caratteristiche ed elementi che sono chiaramente emersi dal modo originale e creativo con cui i ragazzi hanno presentato a fine anno gli elaborati finali!

E infine il PNALM conclude: “Il Parco ringrazia i Dirigenti scolastici e gli insegnanti per la loro disponibilità e la loro collaborazione e tutti gli studenti, i cittadini di domani, per aver ascoltato le infinite storie della Natura. La nostra gratitudine, poi, va a tutti gli operatori qualificati che hanno svolto in concreto queste importanti attività didattiche e laboratoriali: grazie a Maura Giallatini, Sandra Cedrone, Elisa Cedrone e Paolo Cellupica per la Soc. Coop. Camosciara, a Paolo Iannicca e Paola Grassi per Ecotur snc e ad Antonella Ciarletta, Sophie Colantoni. Il vero valore aggiunto di un territorio sta nella capacità e nella volontà dei suoi attori nel saper collaborare in maniera sinergica e costante, camminando insieme verso uno sviluppo realmente sostenibile!”.