Commemorazione 25 Aprile: “Libertà valore assoluto, da custodire e difendere ogni giorno”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Una mattinata di sole ha fatto da cornice alla cerimonia per la commemorazione del 72° anniversario della Liberazione. Un lungo corteo ha raggiunto il monumento all’Alpino, nell’area antistante alla chiesa della Madonna del Passo, dove in un’atmosfera carica di emozione è stato eseguito l’alzabandiera; corone di alloro sono state deposte alla base del monumento all’Alpino e del monumento alla “Libertà di tutti i popoli”, alla presenza delle autorità civili e militari, delle associazioni d’arma e delle associazioni di volontariato, con i parroci don Vincenzo De Mario e don Vincenzo Piccioni.
“La Libertà conquistata col sangue e il coraggio dai nostri padri è un valore assoluto, da custodire e difendere sempre, ogni giorno, e a ogni costo”, ha sottolineato il sindaco Giovanni Di Pangrazio, “Questa giornata ci rinnova come comunità alla luce di esempi fulgidi come il generale Antonio Gandin, e i tanti sconosciuti eroi che nei tempi oscuri si sono battuti per la libertà e per la pace. Non dobbiamo mai abbassare la guardia, ma avere sempre come faro le conquiste che oggi ci rendono un Paese libero e democratico. Quella che celebriamo il 25 aprile è una storia straordinaria, fatta di sacrifici ed eroismi, di scelte difficili fatte da persone che hanno sfidato la paura, le sofferenze e la morte pur di rimanere fedeli ai propri ideali e all’amore per il nostro Paese. A quegli insegnamenti, ognuno nel proprio ruolo, dobbiamo essere fedeli”.




Lascia un commento